Festa della Mamma: tanti auguri ad Aurelia, la prima lupa ad aver ricolonizzato Roma

Nella Riserva di Castel di Guido, durante gli ultimi anni, si sono formati due branchi di lupi. Entrambi sono stati generati da Aurelia, il primo esemplare a ripopolare l'area. Ecco la sua storia

La lupa Aurelia: Foto Oasi LIPU

Il ritorno del lupo, nel territorio capitolino, lo si deve essenzialmente ad un esemplare. E' infatti grazie ad Aurelia se, nell'Oasi di Castel di Guido, la presenza di questi mammiferi è ormai divenuta stanziale.

I cuccioli

Per i volontari dell'Oasi Lipu, Aurelia "è una madre esemplare, che è riuscita a crescere in un ambiente non facile due cucciolate di 5 (2017) e 6 cuccioli (2018), ed ha addirittura permesso la sopravvivenza per un anno, con cure davvero sorprendenti, del giovane lupetto disabile, la cui straordinaria storia ha fatto nel 2017 il giro d'Italia e d'Europa".

I compagni di vita: Numa e Tullio

Se la presenza dei lupi, nel quadrante occidentale della città, rappresenta una costante lo si deve proprio a questo esemplare. Aurelia, censita nel febbraio del 2016, si è infatti accoppiata con il primo lupo che ha raggiunto l'Oasi di Castel di Guido si tratta di Numa, un maschio in dispersione che era stato monitorato sin dal 2014. Con Numa, nella primavera del 2017, "mamma Aurelia" ha concepito una cucciolata. Un avvenimento ripetutosi l'anno successivo, questa volta con Tullio, un giovane esemplare che ha preso il posto del vecchio capobranco. 

Una mamma come poche

"Oggi stimiamo che Aurelia abbia almeno 5-6 anni d'età, non così pochi per un lupo in un'area di neo-ricolonizzazione, ma continua nonostante questo a mantenere la sua posizione di femmina dominante e riproduttiva all'interno del branco" spiegano i volontari dell'Oasi Lipu di Castel di Guido che ricordano inoltre il prezioso ruolo svolto dalle femmine come Aurelia. Reppresentano infatti "un esempio verso la prole e verso la famiglia che ha pochi eguali nel mondo animale". Anche per questo, il 12 maggio, vale la pena celebrare la festa della mamma ricordandosi anche di questo esemplare. Dopotutto è proprio grazie a lei se, un animale simbolico come il lupo, è tornato a vivere stabilmente nel territorio della Capitale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento