Per il Farmer's market di Ariccia un cliente di eccezione: Paul Mc Cartney

Grande successo per il mercato del contadino di Ariccia che ha attirato ospiti e visitatori da tutta Europa e che presto avrà un cliente di prestigio: l'ex Beatles Paul Mc Cartney che ritornerà nei Castelli Roman dopo alcuni anni di assenza

Presto l'ex Beatles Paul Mc Cartney sarà ad Ariccia per fare la spesa e degustare i prodotti del Farmer's Market: il mercato del contadino di Piazzale dei Daini che ha riscosso un grande successo di pubblico e di critica sul molte testate di rilievo nazionale e internazionale.

L'artista britannico ha promesso agli organizzatori del mercato di giungere ai Castelli Romani con Nancy Shevel per testimoniare il suo amore per la natura e i prodotti di qualità per di più se a Km 0. Paul è sa sempre vegetariano e lo ribadisce in molte occasioni.

Con il progetto del Mercato del Contadino, ha spiegato  Elisa Di Gennaro,  responsabile dell’AssociazioneKM0 che con la Provincia di Roma ha promosso il fortunato mercato, “abbiamo voluto riaffermare il diritto dei consumatori a scegliere il proprio cibo in termini di qualità, di sostenibilità ambientale e di rispetto delle tradizioni alimentari, per sottrarsi al modello di produzione imposto dalle multinazionali dell’agrochimica e della grande distribuzione organizzata.”

Sui magazine in lingua inglese i turisti hanno raccontanto dei prodotti locali acquistati della cicoria e della zucca e delle ricette poi preparate con questi prodotti. Il progetto del Farmer's market oltre al sostegno della Provincia di Roma vede un impegno costante dell'amministrazione comunale di Ariccia e del Parco dei Castelli Romani per costruire un sistema territoriale integrato nell’uso sostenibile di tutte le risorse naturali in cui anche l’agricoltura possa avere uno spazio maggiore.

L'attenzione delle istituzioni verso questo progetto di rilancio dell'economia agricola dei Castelli Romani ha anche un risvolto ce si lega al contrasto delle ecomafie diffuse anche nel settore agro-alimentare, che i mercati dei contadini vogliono contrastare.

Il rapporto Coldiretti/Erispes sulle agrimafie, ha documentato numerosi casi di prodotti venduti come made in Italy, ma in realtà realizzati con materie prime importate: importazione di prodotti cinesi trasformati nel salernitano; uve del Sudafrica per la i vini rossi della Provincia di Cuneo; importazione di carne suina cilena nelle aree di produzione dei nostri migliori prosciutti.

Con il controllo dei trasporti le mafie hanno il controllo della commercializzazione dei prodotti, stabiliscono prezzi per consumatori e produttori.
Contro frodi alimentari e contraffazioni di marchi ed etichette la risposta sta nel puntare su modelli di agricoltura caratterizzati da qualità, sostenibilità, valorizzazione delle produzioni tradizionali e locali, filiera corta, sostegno ai piccoli produttori.

Critica esplicita In questo scenario il farmer’s market dei Castelli Romani rappresenta un momento concreto di critica al modello di distribuzione dominante ed allo strapotere delle organizzazioni criminali del “chilometro lungo” che controllano il sistema di trasporti su gomma. Andare al Farmer’s  Market di Ariccia, tutti i fine settimana, il sabato e la domenica mattina, per fare la spesa e seguire lo spettacolo della preparazione in diretta dei formaggi e della macina del grano è un modo per combattere questo sistema e tutelare la qualità dei propri consumi. Inoltre sono attesi numerosi eventi per la sera di Halloween dove saranno protagoniste le zucche.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio al Nuovo Salario: 43enne ucciso in strada a colpi di pistola

  • Thomas Adami e Matteo Calabria, i due giovani calciatori morti su via Tiburtina: Tivoli e Guidonia sotto shock

  • Smog: blocco del traffico a Roma, stop tre giorni ai veicoli più inquinanti nella Fascia Verde

  • Tragedia sfiorata sul raccordo: ubriaco contromano provoca incidente, 5 feriti

  • Incidente sul Raccordo Anulare: si scontrano moto e camion, morto 64enne

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 25 e domenica 26 gennaio

Torna su
RomaToday è in caricamento