Roma Tre dice addio alla plastica: per gli studenti 30.000 borracce di acciaio

Ogni studente potrà ritirare la sua bottiglietta presso i punti di distribuzione allestiti negli spazi dell’Ateneo

L’Università degli Studi Roma Tre dice stop alla plastica. L’Ateneo capitolino, infatti, è tra le prime università italiane a distribuire gratuitamente a tutti i suoi studenti ben 30.000 borracce di acciaio inossidabile per l’acqua. Contando che ogni giorno nell’Ateneo vengono consumate circa 10.000 bottigliette di plastica, si stima in questo modo di contribuire davvero non solo ad un futuro, ma anche ad un presente più pulito e sostenibile. Ogni studente potrà ritirare la sua bottiglietta presso i punti di distribuzione allestiti negli spazi dell’Ateneo. 

Giocando sul titolo di un celebre brano dei Police, Roma Tre ha organizzato l’evento "The message is the bottle", in programma oggi alle ore 11:00 presso il Rettorato dell’Ateneo romano. E’ stata questa l’occasione per ribadire che la sostenibilità ambientale per Roma Tre non è solo un valore da difendere, ma una pratica da diffondere.

borracce roma tre-2

“L’iniziativa The message is the bottle di Roma Tre si iscrive nella campagna per la sostenibilità che vede il nostro Ateneo all’avanguardia in Italia. Roma3noplastic, invitando a non usare bottigliette di plastica e mirando ad un risparmio di circa 10mila bottigliette al giorno, si propone – ha dichiarato Luca Pietromarchi, Rettore dell’Università Roma Tre – di diffondere una buona pratica dalla forte valenza sociale e personale. L’università ha la missione di pensare al futuro dei suoi studenti. Roma Tre questo futuro lo vuole pensare più sostenibile e più pulito”.

Protagonisti dell’evento sono stati non solo gli studenti, ma testimoni eccellenti: Neri Marcorè, da sempre sensibile alle tematiche ambientali, che ha dialogato con i giovani sul tema della salvaguardia dell’ambiente, Giuseppe Onufrio, direttore di Greenpeace Italia, che ha raccontato dell’iniziativa “Plastic Radar”, un servizio per segnalare attraverso un semplice messaggio su Whatsapp la presenza di rifiuti in plastica sulle spiagge e sui fondali italiani. A seguire Giorgio Romiti de Le Iene ha presentato il suo video “Emergenza plastica” e in chiusura la prof.ssa Alicia Acosta, docente di Ecologia presso il Dipartimento di Scienze Biologiche di Roma Tre ha fatto un breve intervento sul tema della salvaguardia dell’ambiente.

themessageinthebottle-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso Mibac, bando per 1052 assunzioni in tutta Italia. Tutte le informazioni

  • Imparare l'uncinetto: 8 buoni motivi per farlo

  • Come si diventa fisioterapista

  • Aumentano gli affitti per i fuorisede. L'appello al Comune: "Agevolazioni per gli studenti universitari"

  • Scuola, per libri e corredo rischio stangata per le famiglie: i costi e i consigli per risparmiare

  • Come (e dove) ordinare i libri scolastici a Roma

Torna su
RomaToday è in caricamento