homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius epifaniacarnevalesan-valentinofesta-donnafesta-papapasqua1-maggiofesta-mammaferragostohalloweennatalecapodannochildrenlocation-maps

Voci e suoni della Grande Guerra al Teatro Sistina

Voci e suoni della Grande Guerra al Teatro Sistina
5 maggio 2016
 


Regia GAETANO STELLA

TeatroNovanta, con lo spettacolo teatrale “VOCI E SUONI DELLA GRANDE GUERRA” sotto l’alto patrocinio del MINISTERO DELLA DIFESA e del MIUR, intende promuovere la storia della Prima Guerra Mondiale per immagini, musica e voci in occasione della celebrazione del centenario della Grande Guerra.

Uno spettacolo, il cui scopo è promuovere la conoscenza, la salvaguardia e la valorizzazione delle vicende storiche, culturali e civili che hanno caratterizzato il nostro paese durante la Prima Guerra Mondiale.

La Prima guerra mondiale ha rappresentato, sicuramente, uno dei momenti più drammatici della nostra storia, quando, per la prima volta, tutte le forze mondiali si sono ritrovate a combattere in un conflitto, che causò migliaia di vittime, lasciando dietro di se orrori, martiri, caduti ed eroi. Pertanto, narrando l’ingresso dell’Italia nella prima Guerra Mondiale, si vuole, attraverso le testimonianze scritte di coloro che vi parteciparono, evidenziare il rapporto che ci fu, negli anni del conflitto, tra Società ed Esercito.

Il cuore delle attività della manifestazione sarà basato sulla sinergia che sarà attuata con gli Istituti scolastici italiani e con i dirigenti degli uffici scolastici provinciali al fine di poter coinvolgere le scuole di ogni ordine e grado, in un percorso didattico, capace di trasmettere ai ragazzi e alle giovani generazioni, attraverso la rappresentazione dello spettacolo teatrale-rievocativo, il significato dell’evento bellico.

Per cui, oltre al suo valore culturale, storico ed artistico, questo progetto può diventare per i ragazzi, un processo di costruzione della loro identità europea al fine di sensibilizzare sul valore della Pace e della fratellanza e integrazione tra i popoli.Uno degli obiettivi primari della nostra proposta culturale, è quindi, quello di diffondere negli studenti, attraverso la conoscenza dei fatti e degli eventi che saranno rappresentati in scena, un messaggio civico, per potere sollecitare in loro, degli spunti di riflessione su quel periodo storico, sulle sue luci e sulle sue ombre.

Un momento per non dimenticare, e prendere coscienza e consapevolezza del significato sociale e umano di quell’evento, perché la memoria non scompaia mai e perché simili eventi non debbano più ripetersi.



Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Potrebbe Interessarti

    • Banksy a Roma: 150 opere a Palazzo Cipolla

      • dal 24 maggio al 4 settembre 2016
      • Palazzo Cipolla
    • Viaggi nell'Antica Roma: Foro di Cesare e Foro di Augusto con Piero Angela

      • dal 22 aprile al 30 ottobre 2016
    • Barbie.The Icon: la mostra al Vittoriano

      • dal 15 aprile al 30 ottobre 2016
      • Complesso del Vittoriano

    I più visti

    • Banksy a Roma: 150 opere a Palazzo Cipolla

      • dal 24 maggio al 4 settembre 2016
      • Palazzo Cipolla
    • Viaggi nell'Antica Roma: Foro di Cesare e Foro di Augusto con Piero Angela

      • dal 22 aprile al 30 ottobre 2016
    • Barbie.The Icon: la mostra al Vittoriano

      • dal 15 aprile al 30 ottobre 2016
      • Complesso del Vittoriano
    • Enjoy Castelli Romani

      • dal 14 maggio al 31 ottobre 2016
      • Castelli Romani
    Torna su
    RomaToday è in caricamento