San Pietro in Vincoli e il Mosè di Michelangelo

La Basilica di San Pietro in Vincoli sorge su quello che nell’antica Roma era chiamato Fagutal, una delle tre alture che componevano il Colle Esquilino, prospiciente sulla valle della Suburra. La basilica fu ricostruita nel 442 su una precedente basilica dedicata ai santi Pietro e Paolo. Inizialmente nota come basilica “eudossiana” dal nome di Licinia Eudossia, moglie di Valentiniano III e figlia di Teodosio II, che la fece erigere, fu successivamente dedicata a San Pietro in Vincoli con particolare riferimento alle catene (in latino vincula) utilizzate per imprigionare San Pietro a Gerusalemme e a Roma durante la sua permanenza nel carcere Mamertino e custodite ancora oggi come reliquie all’interno della chiesa stessa. La chiesa fu oggetto di numerosi restauri, il più importante dei quali fu effettuato nel 1503 da Giulio II cui si deve l’assetto architettonico attuale della basilica, con il suo portico di ingresso e l’annesso convento con chiostro attribuito a Giuliano da Sangallo ed oggi occupato dalla Facoltà di Ingegneria dell’Università La Sapienza. La chiesa conserva al suo interno uno dei complessi marmorei più importanti del Rinascimento italiano: il monumento sepolcrale a Giulio II realizzato da Michelangelo Buonarroti e contenente la famosissima ed imponente statua del Mosè. L’opera fu realizzata dall’artista fiorentino su commissione di Giulio II che nel 1505 gli richiese la realizzazione del proprio monumento sepolcrale. Il progetto michelangiolesco, che nel bozzetto iniziale prevedeva un mausoleo a pianta rettangolare con più di quaranta statue al suo interno, fu via via ridimensionato giungendo alla attuale versione finale (1545) con un monumento addossato alla parte contenente 7 statue di cui soltanto 3 di Michelangelo.

Per ulteriori informazioni visita il sito: http://esperide.it/sanpietroinvincoli/
La prenotazione è obbligatoria

 APPUNTAMENTO: davanti all’ingresso della chiesa in piazza di San Pietro in Vincoli, mezz’ora prima dell’inizio della visita per chi deve ancora iscriversi all’associazione Esperide, un quarto d’ora prima per i soci iscritti.
 CONTRIBUTO: 10 euro intero – 6 euro per i soci già tesserati
 PER PRENOTARE: indirizzo email info@esperide.it; telefono: 3498926716 – 3394750696 – 3331125444. I NUMERI SONO ATTIVI TUTTI I GIORNI DALLE 10:30 ALLE 20:30.
 COME ARRIVARE: Metro B – Fermata Cavour; Linea bus atac 75 – fermata Cavour/Annibaldi

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Turismo, potrebbe interessarti

  • "Dinosauri in carne e ossa" nell'Oasi WWF di Fregene

    • dal 22 marzo al 10 novembre 2019
    • Oasi WWF Macchiagrande
  • La luna sul Colosseo 2019 - il sogno del gladiatore

    • dal 20 maggio 2019 al 6 gennaio 2020
    • COLOSSEO
  • Welcome to Rome

    • dal 22 luglio al 31 dicembre 2019
    • Cinema Augustus

I più visti

  • Giudizio Universale. Viaggio straordinario nei segreti della Cappella Sistina

    • dal 15 marzo 2018 al 31 dicembre 2019
    • Auditorium Conciliazione
  • Frida Kahlo "Il caos dentro", la mostra-evento a Roma

    • dal 12 ottobre 2019 al 29 marzo 2020
    • SET - Spazio Eventi Tirso
  • "Io vado al Museo", ingressi gratuiti alle Terme di Caracalla

    • Gratis
    • dal 22 marzo al 17 dicembre 2019
    • Terme di Caracalla
  • Impressionisti segreti, la mostra a Roma

    • dal 6 ottobre 2019 al 8 marzo 2020
    • Palazzo Bonaparte
Torna su
RomaToday è in caricamento