Rome Startup Week 2019: il 1° aprile la presentazione del calendario dell'evento

La creazione di un'impresa innovativa – dall'idea iniziale al go-to-market del progetto – in un festival unico in Italia, un evento che coinvolge pubblici differenti e li fa dialogare tra loro per rafforzare competenze e creare opportunità economiche.

È la Rome Startup Week 2019 #rsw19 che presenta il calendario della sua terza edizione nella conferenza stampa che si svolgerà a Roma, nella Sala del Carroccio del Campidoglio lunedì 1 aprile alle ore 10.30.

La manifestazione organizzata dall'Associazione Roma Startup si terrà dall'8 al 12 aprile all'interno dei cinquemila metri quadri del Prati Bus District (Viale Angelico 52, Roma): dopo l'ex Mattatoio a Testaccio nel 2017 e l'ex Gil a Trastevere nel 2018, quest'anno la Week approda nel maestoso ex deposito Atac Vittoria. In questi tre anni la #rsw si è sempre mossa all'interno di importanti luoghi riqualificati della città di Roma, di spazi riportati a nuova vita per testimoniare rinnovamento e perenne evoluzione. Due principi-guida delle startup, la cui filiera italiana è in crescita rapidissima visto che nel 2018 gli investimenti sono raddoppiati rispetto all'anno precedente passando da 230 milioni di euro nel 2017 a quasi 600 milioni lo scorso anno: parliamo quindi di iniziative che partecipano allo sviluppo economico e coinvolgono oltretutto migliaia di under 35. Ideando la Week, Roma Startup – associazione no profit che mette in rete dal 2012 gli operatori territoriali del settore – ha voluto lanciare un messaggio: l'innovazione e il venture business non sono un esotico paesaggio che fa da sfondo alla tradizionale economia d'impresa. L'innovazione deve diventare una priorità per le politiche pubbliche e per le iniziative private del Paese. Perciò Roma Startup vuole portare alla ribalta i progetti di giovani imprenditori facendoli incontrare con esperti, investitori, grandi gruppi, in grado di trasformare un'ispirazione in un'attività solida e scalabile. Convinta inoltre che l’Italia possa dire la sua nell'economia del XXI secolo e che la città di Roma – grazie anche alla  rete di associati e partner di Roma Startup e alle sue iniziative sostenute dalle Istituzioni locali e nazionali – possa diventare il maggiore hub del Mediterraneo per l'innovazione in molti settori.

La #rsw19 si snoderà in più di 40 appuntamenti (dai workshop alle conferenze), coinvolgendo centinaia di operatori privati e pubblici (insieme a esponenti di tutte le comunità dell'innovazione nate nel Paese negli ultimi anni), costituendo un'immersione a 360° nel venture business e una concreta opportunità per i partecipanti. Il primo anno della Week ha superato le duemila presenze tra addetti ai lavori e persone interessate alla filiera innovativa, mentre l'edizione del 2018 ha più che triplicato la sua attrattività arrivando a oltre settemila presenze: la #rsw19 intende superarsi e per farlo ha scelto una forma molto chiara per tutti, con 5 giornate tematiche che ricalcano l'intera avventura di una startup, dal talento, alle competenze, agli ecosistemi nazionali e internazionali, al finanziamento, fino all'operatività. Una visione d'insieme utilissima che #rsw19 propone all'intera comunità e ai Media, oltre che al mondo dell'imprenditoria. La #rsw19 consolida inoltre la sua vocazione internazionale: sono più di 20 gli Stati esteri da cui provengono le startup, gli investitori e gli speaker (Bielorussia, Brasile, Cile, Colombia, Corea del Sud, Estonia, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Kenya, India, Israele, Lettonia, Lituania, Norvegia, Perù, Romania, Slovenia, Stati Uniti, Tunisia).

Protagoniste del festival sono ovviamente le startup, giovani imprese innovative con la giusta ambizione, la determinazione e gli strumenti per espandersi nel mondo. All'interno della #rsw19, nuovi servizi, prodotti e processi troveranno infatti più di una vetrina: la Startup Exhibition, destinata alla promozione di decine di società locali, nazionali e internazionali; la seconda edizione della Gladiator Challenge, idea-stage startup competition per dare visibilità alle nuove proposte italiane; la novità del 2019, la Diplomatic Startup Competition pensata per coinvolgere la rete diplomatica italiana attraverso l'invito di società e investitori dall'estero. I vincitori delle diverse categorie saranno premiati durante l'evento di chiusura della Rome Startup Week, il 12 aprile. Questo il podio – dal primo al terzo posto – della Gladiator Challenge dello scorso anno: Sara, un'applicazione per aiutare le donne che affrontano trattamenti per la fertilità grazie a supporto tecnico, ma soprattutto emotivo e psicologico; Reco2, startup nel settore della green economy, che progetta edifici sfruttando al 100% l'economia circolare e il riciclo di materiali; Deliverart, una soluzione tecnologica per ottimizzare le consegne della ristorazione a domicilio.

Roma Startup ha creato la Week per coinvolgere sempre più soggetti e sempre più attivamente, ritenendo che l'innovazione sia cruciale per lo sviluppo economico e che sulla materia sia necessaria maggiore consapevolezza: è una questione che riguarda il futuro delle professioni, il mercato del domani, la formazione scolastica e culturale del nostro Paese. Dobbiamo condividere una strategia comune e possiamo iniziare a costruirla assieme a partire dalla Rome Startup Week.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Incidente via Colombo: auto in un fosso, trovata morta ragazza di 28 anni

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • Maratona via Pacis a Roma, domenica 22 settembre strade chiuse in centro. Deviate 60 linee bus

Torna su
RomaToday è in caricamento