Real Bodies: a Roma la mostra scopri il corpo umano

Non saranno le Olimpiadi che Roma salterà nel 2024, ma si potrà ammirare lo stesso l’anatomia e la biomeccanica di molte specialità della famosa kermesse sportiva. Parola della società promoter di mostre internazionali, Venice Exhibition srl, che già da fine marzo spedirà nella Città Eterna una sorta di comitato polisportivo di atleti cadaveri conservati con la tecnica della plastinazione.

Lancio del disco, 100 e 200 metri piani, maratona, scherma, 110 metri ad ostacoli, tiro con l'arco, ma anche calcio, pugilato, basket, taekwondo, ginnastica artistica, sollevamento pesi, ciclismo. Sono solo alcune discipline sportive che finalmente potranno essere ammirate dal pubblico romano e laziale nel percorso espositivo della mostra “Real Bodies, scopri il corpo umano”, colossale evento culturale che porterà a Roma la più imponente esposizione anatomica mai realizzata al mondo, con 350 fra veri organi e corpi interi umani plastinati, in apertura dal 8 aprile al 9 luglio 2017 su un'area espositiva di 2000 metri quadrati della Capitale, il Guido Reni District.

Aprirà lunedì 27 febbraio la prevendita promozionale dei biglietti per l’edizione speciale progettata per Roma. C’è già grande attesa per la grandiosa mostra internazionale di corpi ed organi plastinati reduce da un successo senza precedenti a Milano dove, in meno di sei mesi, ha sbancato totalizzando 250 mila ingressi, e che dedicherà addirittura un'intera sezione a molte fra le più amate discipline sportive, ma anche ad altre discipline praticate da tanti romani nella loro quotidianità come il body building, le arti marziali, l'aerobica, la danza. Un focus particolare sarà inoltre riservato a specialità sportive più recenti come la pole dance e il cross fit sempre più in voga nelle palestre. Il tutto per sottolineare l'importanza di mantenere il corpo in salute ed efficienza, esponendo i corpi degli atleti plastinati impegnati in gesti sportivi di molte specialità olimpiche nella “Galleria degli Atleti”, una delle nove sezioni della mostra internazionale dal forte impatto visivo e dal grande dinamismo.

IL VIDEO DELLA MOSTRA

Scoprire come lavorano sottopelle le contrazioni antagoniste dei muscoli sfruttando la tensione dei tendini di campioni come Edin Džeko e Francesco Totti durante lo sforzo atletico estremo alla ricerca del goal o dell'assist, osservare da vicino le differenze funzionali fra un ruolo sportivo ed un altro, analizzare l'anatomia dei possibili infortuni elaborando la prevenzione dall’usura che la specializzazione sportiva del corpo inevitabilmente comporta. Sono infatti alcune fra le molte promesse che si prefigge di mantenere la mostra “Real Bodies, scopri il corpo umano” che nel contempo avrà l’importante funzione educativa di informare e istruire le nuove generazioni esortandole alla pratica sportiva per contrastare malattie endemiche delle società moderne come obesità, diabete, ipertensione.

“I corpi dei campioni di tutti gli sport” spiegano gli organizzatori di Venice Exhibition che da mesi sta lavorando per realizzare l’edizione speciale progettata su misura per la Città di Roma “saranno per la prima volta visibili direttamente sotto la pelle nei dieci corpi reali di atleti rigorosamente plastinati, alcuni deceduti da poco ed in via di plastinazione in questi giorni, procedimento che porta alla completa sostituzione dei fluidi corporei con dei polimeri bloccando per sempre la decomposizione della salma, una tecnica che, nella sua apparente semplicità, richiede circa 1500 ore di lavoro e un costo che in certi casi può superare le 100 mila euro per ogni singolo corpo plastinato”.

Numeri da record anche per la scenografia colossale della mostra anatomica che a fine marzo arriverà a Roma contenuta in 13 container segnando lo start degli allestimenti alla sede espositiva romana preannunciando un evento culturale e scientifico senza precedenti. Oltre 200 le vetrine di varie misure, 8 chilometri di teli scenici montati nelle sale, il tutto illuminato da 2260 fari da teatro, alimentati con oltre 10 chilometri di cavi elettrici fissati su una struttura portante lunga oltre 1000 metri.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...



Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Ci andrò

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Pink Floyd: la mostra a Roma dal 19 gennaio 2018

    • dal 18 gennaio al 1 luglio 2018
    • MACRO - Museo d'Arte Contemporanea Roma
  • Klimt Experience: viaggio nelle opere dell'artista austriaco

    • dal 10 febbraio al 10 giugno 2018
    • Complesso Monumentale s. Giovanni Addolorata
  • La mela di Magritte

    • dal 10 febbraio al 10 giugno 2018
    • Palazzo delle Esposizioni

I più visti

  • Pink Floyd: la mostra a Roma dal 19 gennaio 2018

    • dal 18 gennaio al 1 luglio 2018
    • MACRO - Museo d'Arte Contemporanea Roma
  • Klimt Experience: viaggio nelle opere dell'artista austriaco

    • dal 10 febbraio al 10 giugno 2018
    • Complesso Monumentale s. Giovanni Addolorata
  • La mela di Magritte

    • dal 10 febbraio al 10 giugno 2018
    • Palazzo delle Esposizioni
  • Gravity. Immaginare l’Universo dopo Einstein

    • dal 2 dicembre 2017 al 29 aprile 2018
    • MAXXI
Torna su
RomaToday è in caricamento