Pop-Olio, la manifestazione dedicata all'extra vergine rinviata a data da destinarsi

MANIFESTAZIONE RINVIATA A DATA DA DESTINARSI. L’annullamento è dovuto, principalmente, a motivi logistici e organizzativi. POP-OLIO è stato pensato come un evento che vede coinvolti produttori provenienti da diverse regioni d’Italia, che in questo momento stanno subendo restrizioni alla libertà di circolazione. 

Olissea, l’associazione culturale che ha ideato la manifestazione, si vede dunque costretta, responsabilmente, a rimandarla a data da stabilire: “POP-OLIO vuole essere una festa, una condivisione, una gioia; troveremo un momento più sereno per rilanciarla”.

La manifestazione

L’olio extra vergine d’oliva, anche chiamato “oro verde”, ha un forte appeal nell’immaginario collettivo. Ma pur attivando una grande fascinazione, ancora non ha innestato nella cultura di massa la sicurezza nel saperlo scegliere, abbinare, riconoscere nelle caratteristiche principali.

Proprio per diffondere la cultura dell’olio di qualità è nato POP-OLIO, un format culturale itinerante che punta a svelare in chiave “pop” - ovvero popolare, divertente e innovativa - i segreti per riconoscere “a naso” un olio con le migliori caratteristiche, proprietà e requisiti, discernendone i sentori principali: Pomodoro, Erba tagliata, Mandorla, Cicoria, Carciofo.

L'evento

L'evento POP-OLIO, in questa prima edizione, sarà incentrato sul senso dell’olfatto, spesso sottostimato rispetto all’ovvia egemonia della vista (talvolta ingannatrice!).

Circa 40 olivicoltori – in buona parte del Lazio – insieme a esperti di settore e ad artisti, guideranno appassionati, giornalisti, ristoratori e addetti ai lavori, verso un seducente percorso di consapevolezza, fornendo gli strumenti necessari per scegliere, imparando a riconoscere i sentori che ne marcano la qualità.

Riconosciuto il sentore dominante, sarà poi più facile deliziarsi del sapore e della fragranza degli oli attraverso gli straordinari abbinamenti creati a supporto dall’esperienza dei maestri panettieri.

Esperienze formative che porteranno in modo fluido e naturale ad associare i diversi tipi di olio ai piatti tipici della tradizione. L’olio verrà raccontato, promosso e proposto a 360 gradi, attraverso la “spettacolarizzazione” delle sue caratteristiche. Infatti saranno coinvolti musica, teatro, cinema e letteratura. Tutto ciò il 29 febbraio e il 1° marzo, nel cuore di Trastevere, nello spazio WEGIL, a ingresso libero. 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cibo e Vino, potrebbe interessarti

  • La città della pizza 2020, i migliori pizzaioli d'Italia a Roma

    • da domani
    • dal 29 al 31 maggio 2020
    • Ragusa Off
  • Feria, il giardino sospeso del Lanificio apre e raddoppia

    • 28 maggio 2020
    • Feria - Lanificio

I più visti

  • "Canova. Eterna Bellezza", la mostra a Palazzo Braschi (prorogata fino a giugno)

    • dal 9 ottobre 2019 al 21 giugno 2020
    • Palazzo Braschi
  • "Banksy A visual protest": 80 opere in mostra al Chiostro del Bramante

    • dal 21 marzo al 26 luglio 2020
    • Chiostro del Bramante
  • Raffaello 1520-1483, la mostra alle Scuderie del Quirinale

    • dal 2 giugno al 30 agosto 2020
    • Scuderie del Quirinale
  • "Vado al (Circo) Massimo": Vasco Rossi conferma il live 2020 a Roma

    • dal 19 al 20 giugno 2020
    • Circo Massimo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RomaToday è in caricamento