Non essere cattivo all'ex Dogana, l'evento diventa bolgia: file fino a Porta Maggiore

Proiezione evento ieri sera a San Lorenzo. In migliaia si sono presentati per incontrare gli attori. Caos nella zona dello scalo: tanti quelli che alla fine hanno rinunciato

Kimerafilm festeggia i suoi primi sette anni di produzione e via dello scalo San Lorenzo va in tilt. In occasione del compleanno, la CinematicFolk ha organizzato la proiezione dell'ultimo lavoro targato Kimera "Non essere cattivo", opera del compianto Claudio Caligari, proprio all'ex Dogana nel quartiere San Lorenzo. Una proiezione gratuita dell'ultimo film di Claudio Caligari ma non solo. 

Per rendere davvero speciale il compleanno di Kimera, all'evento ha preso parte l'intero cast del film, con produtttore e sceneggiatori al seguito. L'ingresso al pubblico, gratuito fino alle 23:00, è stato consentito a partite dalle ore 21:30 circa. Ma i fan di "Non essere cattivo" erano già in fila da molto prima, da ore prima, così tanto tempo da creare un serpentone fino all'inizio della strada, oltrepassando il ponte, fino ad oltre Porta Maggiore. Un'attesa che per molti però è stata vana, tanto da scatenare poi le proteste sulla pagina dell'evento.  

Poche centinaia i posti a sedere a dispetto delle tante, forse troppe, persone in attesa ai cancelli. Insomma tra posti a sedere e quelli in piedi, i pochi fortunati (rispetto alla marea in fila) che sono riusciti ad entrare hanno potuto assistere alla proiezione del film, acquistare il dvd e magari rimediare un autografo. 

Alla fine della proiezione tutti gli attori hanno voluto ricordare Caligari: "Lui mi suggeriva, mi aiutava". Poi ancora "Lavorare con Claudio è di certo tra le esperienze più forti e importanti che ho vissuto e probabilmente vivrò nella mia carriera" ha commentato uno dei due protagonisti Alessandro Borghi, Vittorio nel film. 

Anche Luca Marinelli che nella pellicola ha interpretato Cesare ha definito emozionante e intenso il lavoro con Caligari. Tra i presenti anche Valerio Mastandrea. Con la solita ironia che gli spettatori del piccolo e grande schermo hanno imparato ad amare da anni di carriera ormai, ha ricordato il regista scomparso di recente: "L'emozione di vedervi cosi in tanti è grande e dimostra quello che Claudio ha voluto lasciarci, stare insieme anche dopo il lavoro cinematografico. 

I suoi film fanno parlare ancora oggi e fanno riflettere - poi, con la citazione di un grande film ha concluso - ci portano a pensare, chi siamo, dove andiamo e - nel coro della platea - un fiorino".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Tangenziale Est, cittadini contro Raggi: "La sopraelevata va abbattuta"

    • Politica

      Mafia capitale, appalti nei campi rom: 13 rinviati a giudizio

    • Cronaca

      Ostia Antica, si spara alla testa durante una perquisizione in casa: gravissimo

    • Politica

      L'albero di Natale in piazza Venezia fa discutere i romani: "E' brutto"

    I più letti della settimana

    • Week end a Roma: gli eventi del 10 e 11 dicembre

    • All'Auditorium è un Natale incantato: eventi, mercatini e spettacoli

    • "In arte Nino", arriva il primo film sulla gioventù segreta del grande Nino Manfredi

    • Via Urbana torna a fare festa: strada chiusa alle auto per due giorni

    • Natale sulla via Ostiense, gli eventi alla scoperta del territorio

    • The Japanese House: l’architettura giapponese in mostra al Maxxi

    Torna su
    RomaToday è in caricamento