FloraCult, la mostra mercato di florovivaismo amatoriale

Torna FloraCult, la mostra mercato di florovivaismo amatoriale. Promossa e organizzata da Ilaria Venturini Fendi e curata da Antonella Fornai, nota esperta di giardini,FloraCult è una manifestazione nata per contribuire a riportare la natura al centro della cultura, in un processo di integrazione di cui oggi è impensabile fare a meno. Nel contesto del degrado urbano e dell’emergenza ambientale la cultura verde è un linguaggio universale che può cominciare anche dallo spazio ristretto di un terrazzo. Attraverso la partecipazione di esperti vivaisti FloraCult si propone come laboratorio di idee e stimolo per la diffusione e lo sviluppo della conoscenza e dell’uso di piante adatte ad essere coltivate nei nostri giardini e balconi.

Programma FloraCult 2017

Venerdì 21 aprile ore 11,00
Il Direttore d’Orchestra Peppe Vessicchio,
presentando il suo libro “La musica fa crescere i pomodori”,  racconta come l’armonia della musica si metta in relazione con l’armonia della natura. Dialoga con lui Carlo Massarini, giornalista, esperto di musica e appassionato giardiniere.

Venerdì 21 aprile ore  14,30
Cristiana Mancinelli Scotti, esperta di giardini, e Alessandro Biagioli, collezionista di Aceri, confrontano le loro esperienze solo in apparenza lontane: ”Come le foglie di Linosa comunicano con quelle della Sabina”.

Venerdì 21 aprile ore  17,00
L’entomologo Gianumberto Accinelli nel suo libro “I fili invisibili della natura” spiega che la natura intreccia fra gli esseri viventi fili invisibili da cui nascono tante storie da raccontare; diciotto sono quelle narrate nel suo libro provenienti da ogni parte del mondo. Con lui Irene Cuzzaniti, architetto e versatile artista del verde.

Sabato 22 aprile ore 11,00
Cristiano Bottone è co-fondatore del Movimento di Transizione in Italia, un esperimento sociale in grado di cambiare il futuro utilizzando “Testa, Mani e Cuore”. Dialoga con lui Giancarlo Scialanga che ha fatto dell’arte uno strumento di potente innovazione sociale.
A seguire Andrea Degl’Innocenti, giornalista e presidente dell’associazione Italia che Cambia, presenta “Roma che Cambia”, un progetto di mappatura, racconto e messa in rete delle esperienze virtuose della capitale.

Sabato 22 aprile  ore 15,00 
La quantità di energia solare catturata dalla fotosintesi attraverso le foglie è immensa, studi recenti dimostrano che si può produrre energia pulita dalla fotosintesi artificiale. “Fotosintesi Naturale e Foglie Artificiali”, questo l’argomento rivoluzionario di cui parlerà Leonardo Guidoni, scienziato ricercatore, Docente di Chimica all’Università degli Studi de L’Aquila.

Sabato 22 aprile  ore 17,00
Alessandro Magagnini, giovane emergente nel mondo del florovivaismo, racconta con ritmo serrato, nel suo primo libro “Il fiore all’occhiello”, le esperienze creative che realizza nel vivaio di famiglia.


EVENTI PERMANENTI di FloraCult 2017
BMW Group e l’innovazione

Nella Sala Polifunzionale dei Casali del Pino, BMW Group, simbolo di eccellenza mondiale nell’innovazione, presenta le auto del futuro a zero emissioni, pensate per la mobilità urbana e costruite utilizzando energie rinnovabili e riciclate.
I modelli presentati sono BMW i8, BMW i3, BMW serie7 PHEV, BMW Scooter C-EVOLUTION.
Per l’occasione sarà allestita una zona verde progettata e realizzata dagli studenti del corso di Architettura dei Giardini della Quasar Design University che attraverso una lunga strada di prato sottolinea il futuro ecologico di queste auto.

Tutti fiori, appassionatamente
…casa dei fiori, casa diroccata aperta al mondo, casa dove il vento entra, dove l’acqua entra,
casa da dove si possono veder le stelle…..
L’affascinante rudere a cielo aperto,  forse  una 
stalla, forse un fienile  incastonato  nel  borgo 
agricolo, testimone del lavoro  della  campagna, ha profondamente ispirato Giancarlino Benedetti Corcos. che, in occasione di Floracult, lo trasformerà in un vivaio di fiori dipinti. Fiori e foglie vestiranno lunghe tele stese all’aria aperta come lenzuola,
ricordo dei gesti antichi delle lavandaie e delle nonne. Ceramiche delimitano le aiuole, ceramiche sono disposte su tavole.Con Giancarlino Benedetti Corcos, Adelaide Innocenti, Cristiana  Bruguier Pacini, Enrica Celli, Dafne  Tafuri, Teresa Coratella


Paola Barbasso
Paola si confronta quotidianamente con la vita reale ma nelle ore libere attraversa una porta segreta ed entra in un mondo fantastico dove vivono le sue donne. Ognuna di esse ha una storia, il proprio carattere, ma tutte hanno una forte femminile energia. Paola le sogna, anche durante il giorno, ne vede i lineamenti, le espressioni, i colori, e quando si abbandona alla fantasia dà loro la vita. Usa materiale povero, carta di giornale riciclata, fil di ferro e colla. Gli unici colori che utilizza li cerca tra le pagine dei giornali, li strappa in strisce sottili che archivia per nuance cromatica con una pazienza che sa di eterno. Dal nulla, in ne, le crea come le aveva sognate: irreali ma vere e forti. E’ il momento in cui le ama profondamente, una dopo l’altra, e dà loro un nome, poi il tempo scade, Paola deve rientrare nel mondo reale ma le sue donne continuano ad esistere.

Il Giardino Incastrato
Che siano piante, che siano animali o figure mostruose, Paolo Anselmo mette sempre in scena una rappresentazione surreale ed ironica.
Per Floracult ha scelto una serie di cactus che disporrà come se fossero piantati nell’aiuola di un giardino da cui usciranno, curiosi di sapere cosa c’è fuori, per guardare ed essere guardati.

“E lui la follia la sposa senza esitazione, generando mostri e mostriciattoli, esseri esistenti solo in fondo alla coscienza ancora non indagata, piccole ipotesi diaboliche che si sprigionano per forza propria”. Philippe Daverio

Sulla Via delle Foglie
La tradizionale collaborazione tra Meo Fusciuni e Floracult continua anche quest’anno.
Alla foglia, tema di quest’edizione, l’aromatario siciliano pone la sua attenzione. La foglia come linfa vitale del nostro organismo, mappa spirituale per le sue tisane. “Ho provato a raccogliere le mie nozioni, tutto il sapere dei miei grandi maestri erboristi per poterli racchiudere in quest’organo vegetale vitale, la foglia; portare con me la mia erboristeria ambulante e raccontare che tutto finisce, tutto scorre all’interno delle sue vie.”

La Stanza dei Ragni
”Coinquilini” dei giardini che spesso scatenano una delle nostre più diffuse fobie: i ragni! A Floracult, in una stanza tutta per loro, impariamo a conoscere e a rispettare un animale così utile e ad allontanare la paura frutto della mancanza di conoscenza e legata alle forme solo in apparenza inquietanti.

TulipanoMania. A cura dell’Associazione Giardinando di Annamaria Molteni, MOSTRA SULLA TULIPANOMANIA, la prima grande crisi economica della storia, la bolla economica avvenuta in Olanda nel 1600 durante la quale la frenesia botanica-finanziaria portò il paese a sperperare interi patrimoni. Il bulbo del tulipano era stato importato in Europa dalla Turchia nella metà del ‘500 e provocò un tale interesse negli olandesi che questa “febbre da tulipano” fece divenire il fiore più prezioso di uno smeraldo. L’interesse per il bulbo nacque non solo dalla bellezza del fiore, ma anche dalla consapevolezza che se ne poteva trarre un profitto. Il mercato si gonfiò a tal punto da provocare un crollo, culminato nel 1637, con un crack simile a quello di Wall Street nel 1929 e che può essere considerato la “prima grande crisi speculativa del capitalismo moderno”. Il breve ma intenso percorso della mostra “Tulipanomania”, vuole raccontare l’interessante storia legata ai bulbi di tulipano che, pur ridimensionati nell’immaginario collettivo, rimangono dei bellissimi fiori ad oggi poco utilizzati per dare la prima pennellata di colore ai giardini di fine inverno.

Mostra e Laboratorio di Bonsai. Vera arte che comporta profonde conoscenze sia botaniche che di tecnica bonsai per ottenere piante che evochino nell’osservatore sensazioni di forza, maturità, di pace e serenità.

LABORATORI E LEZIONI
Le lezioni teorico-pratiche di Giardinaggio a cura dell’associazione “Verde 360” si terranno durante i tre giorni di FloraCult in orari che saranno comunicati al banco delle Informazioni insieme con i temi scelti per il nostro pubblico. “Le Foglie” saranno un argomento particolarmente considerato.
“Per creare uno spazio verde occorrono semi, fiori, alberi, arbusti, concime, acqua, passione, buone letture, buon gusto e un po’ di scienza e tecnica”, tutto questo con la guida dei nostri Maestri Giardinieri, Flavia Calo’, Stefano Marzullo, Marco Stefanelli,tutto questo si trova a Floracult.

Sabato 22 aprile ore 10,00
Alla ricerca di erbe nel Parco di Veio
Chiusura del corso di riconoscimento delle erbe spontanee commestibili e officinali , uscita sul campo e lezione pratica di Francesco De Santis insegnante di Fitoalimurgia presso l’Accademia degli Erboristi di Roma.
 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...



Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Potrebbe Interessarti

    • Real Bodies: a Roma la mostra scopri il corpo umano

      • dal 8 aprile al 9 luglio 2017
      • Guido Reni District
    • Artemisia Gentileschi la mostra a Palazzo Braschi

      • dal 30 novembre 2016 al 7 maggio 2017
      • Palazzo Braschi
    • La Casa delle Farfalle Roma

      • dal 25 marzo al 4 giugno 2017
      • La Casa delle Farfalle Roma

    I più visti

    • Real Bodies: a Roma la mostra scopri il corpo umano

      • dal 8 aprile al 9 luglio 2017
      • Guido Reni District
    • Artemisia Gentileschi la mostra a Palazzo Braschi

      • dal 30 novembre 2016 al 7 maggio 2017
      • Palazzo Braschi
    • La Casa delle Farfalle Roma

      • dal 25 marzo al 4 giugno 2017
      • La Casa delle Farfalle Roma
    • La Grande Onda. Viaggio in Giappone

      • dal 1 aprile al 24 settembre 2017
      • Chiostro del Bramante
    Torna su
    RomaToday è in caricamento