mercoledì, 17 settembre 22℃

←Tutti gli eventi

Taste of Roma all'Auditorium dal 20 al 23 settembre

Redazione 26 giugno 2012

Presso Auditorium Parco della Musica Dal 20/09/2012 Al 23/09/2012

I giardini pensili dell'Auditorium Parco della Musica ospiteranno dal 20 al 23 settembre "Taste of Roma", versione romana del più grande Restaurant Festival del mondo (www.tastefestivals.com) che si svolge da dieci anni a Londra, da tre a Milano e così in molte altre grandi città di vari paesi, dal Sud Africa alla Nuova Zelanda. Per quattro giorni saranno 12 fra i migliori ristoranti della città rappresentati dal loro 12 chef, per la prima volta insieme, a proporre a tutti gli appassionati della buona tavola e dell'alta cucina un'esperienza gourmet. L'ingresso a questo parco dei divertimenti del gusto e della gola costerà 16 euro, con cui si potranno fare assaggi, degustare vini, partecipare a corsi di cucina, ma soprattutto, a pranzo e a cena, "provare una delle tre specialità che proporrà ogni ristorante, studiate in formato antipasto-assaggio (Taste appunto) maggiormente rappresentativi della propria filosofia culinaria e che promuovono ingredienti locali e stagionali", con una spesa che andrà dai 4 ai 6 euro (da pagare in sesterzi, la moneta che avrà corso normale in quei giorni a Taste of Rome).

I 12 ristoranti e chef sono: Acquolina Hostaria in Roma (chef: Giulio Terrinoni); Agata e Romeo (Agata Parisella); All'Oro (Riccardo Di Giacinto); Giuda Ballerino (Andrea Fusco); Glass Hostaria (Cristina Bowerman); Il Convivio Troiani (Angelo Troiani); Il Pagliaccio (Anthony Genovese); Imago - Hassler Hotel (Francesco Apreda); L'Arcangelo (Arcangelo Dandini); Magnolia - Jumeirah Grand Hotel (Kotaro Noda); Pipero al Rex (Luciano Monosilio), mentre il dodicesimo sarà a sorpresa. "Si andrà dalla tradizionale cucina italiana - spiegano alla Brand Events, multinazionale britannica che ha inventato il taste Festival e lo ha lanciato a Londra nel 2004 - a quella tipica romana e regionale, con sconfinamenti nella cucina creativa e sperimentale: un parco giochi del gusto, un pic-nic di lusso dove divertirsi spostandosi da un ristorante all'altro, un ambiente informale in cui gustare i piatti particolari". "L'idea di ospitare la manifestazione è nata circa 5 anni fa, quando Musica per Roma portò il meglio del jazz italiano all'interno di Taste of London", come ha ricordato l'amministratore delegato Carlo Fuortes, per il quale, " Dopo il successo della Fiera dei Fiori, l'augurio è che l'Auditorium, anche nei suoi bellissimi spazi all'aperto, si configuri sempre più come la Casa del Bello, in tutti i sensi e per tutti i sensi".

Commenti

    Tutte le location di Roma