Festival di storytelling "Raccontamiunastoria"

FESTIVAL INTERNAZIONALE DI STORYTELLING
"RACCONTAMIUNASTORIA" 2015

- 6° edizione -
Il più grande evento di Storytelling in Italia.
Una grande celebrazione multiculturale dell'arte dei cantastorie con spettacoli di storie, laboratori, arte e musica da tutto il mondo

Roma, da Venerdì 18 a Domenica 27 Settembre 2015
Anteprima ed eventi speciali: Venerdì 11, Giovedì 24 settembre

Location: Parco Regionale Appia Antica (Ex-Cartiera Latina, Via Appia Antica 42 - Parco della Caffarella, Tomba di Priscilla, Chiesa del Domine QuoVadis, Mausoleo di Annia Regilla)
e
Chiesa di San Bonaventura al Palatino
(Via di San Bonaventura, 7)

Tema edizione 2015: "Gli Dei e il Mondo"
Organizzazione, produzione esecutiva: Associazione Culturale Raccontamiunastoria.
Direzione artistica: Paola Balbi e Davide Bardi

www.raccontamiunastoria.com - info tel. 339.6421465 / 349.8378830
Facebook: "Raccontamiunastoria Storytelling" - "Festival Internazionale di Storytelling"


Biglietti


Singolo spettacolo: €. 7,00
Eventi speciali
(presso Convento di San Bonaventura al Palatino - biglietto per singolo evento): €. 10,00
Pacchetto 2 spettacoli
(non comprende gli eventi speciali): €. 10,00
FESTIVAL PASS
(all inclusive - 2 Week-End più
eventi speciali): €. 70,00
FESTIVAL PASS 1 Week-End
(non comprende eventi speciali): €. 40,00
FESTIVAL PASS "Studenti"
(all inclusive - dietro presentazione di tesserino - Max. 26 anni): €. 60,00

PROGRAMMA BAMBINI
Singolo spettacolo
(valido per 1 adulto + 1 bambino. Altro bambino o genitore €. 5:00) €. 7,00
BABY PASS
(solo programma bambini - valido per 1 adulto + 1 bambino): €. 30,00



Torna a Roma il "Festival Internazionale di Storytelling Raccontamiunastoria", il grande Festival dei cantastorie di tutto il mondo, giunto alla sua 6a edizione. Evento speciale ed unico nel suo genere in Italia, il Festival si rivolge ad un pubblico dagli 0 ai 100 anni, a tutte le persone che vogliono riscoprire il piacere unico del "c'era una volta" e dell'arte di raccontare storie secondo i canoni della tradizione orale cioè a braccio, restituendo le trame improvvisando ogni volta parole diverse, gestualità, modulazioni della voce, movimenti del corpo e immagini davanti al pubblico. La programmazione si articolerà in 6 giorni di Festival presso il Parco Regionale dell'Appia Antica e 2 eventi speciali in una location unica della Capitale, il Convento di San Bonaventura al Palatino. Con più di 40 eventi fra performance per tutte le età, danza, laboratori, incontri interattivi, musica multietnica, degustazioni ed una ricca programmazione anche per i più piccoli (con appuntamenti rivolti anche ai neonati!), l'edizione 2015 del Festival sarà un'occasione unica di incontro multiculturale, il primo e unico baluardo di diffusione di questo movimento artistico in Italia.

Nelle suggestive location del Parco Regionale dell'Appia Antica, 26 storytellers e musicisti italiani ed internazionali, provenienti da tutto il mondo (Galles, Inghilterra, Irlanda, Jamaica, Turchia, Korea, Canada), si esibiranno in 32 performance di storytelling in italiano e in inglese, 3 workshop di storytelling per adulti, 1 laboratorio e 10 rappresentazioni per bambini, incontri interattivi di storytelling (Open Floor - Salotto Raccontamiunastoria, dove anche il pubblico potrà alzarsi e raccontare un storia) sightseeing storytelling (eventi itineranti alla scoperta dei siti archeologici del Parco Appia Antica e di Roma con miti e storie dell'antica Roma), eventi speciali di Storytelling musica e danza insieme, musica multietnica (jam-session dei musicisti che accompagnano gli artisti), laboratori e performance di danze tradizionali della tradizione popolare italiana.

Per Storytelling s'intende l'antica arte dei cantastorie, rivisitata per un pubblico contemporaneo.

Che cos'è lo Storytelling? Per Storytelling si intende l'arte di usare il linguaggio, la vocalità, il movimento fisico e la gestualità per evocare le immagini di una storia davanti ad un pubblico specifico (Definizione del National Storytelling U.S.A). Si tratta insomma della ripresa sistematica dell'antica arte dei cantastorie, una narrazione basata sull'improvvisazione, dove gli artisti non imparano un testo a memoria, ma raccontano ogni volta con le proprie parole, creando immagini fantastiche che passano "da bocca a bocca, da orecchio ad orecchio e da cuore a cuore". Si concentra sul recupero della tradizione orale e punta alla sua diffusione in maniera attiva, per promuovere e diffondere l'arte di raccontare storie: il modo più antico, semplice e vivo di trasmettere arte, cultura e conoscenza. Una forma espressiva applicata ormai in tutto il mondo anche nella formazione negli ambiti educativi, terapeutici, aziendali e politici.

Master class: Per tutti gli aspiranti cantastorie, le persone appassionate o semplicemente curiose di avvicinarsi a questo genere anche in maniera attiva, nel corso del Festival è prevista anche una master class di Storytelling nei giorni 22-23-24 Settembre con il maestro internazionale Michael Harvey (Galles) e i Direttori Artistici di Raccontamiunastoria.

Lo Storytelling in Europa e nel mondo: Nel resto del mondo esistono festival internazionali di storytelling che arrivano ad ospitare centinaia di narratori da tutto il mondo e attirano un pubblico eterogeneo con oltre 20.000 presenze -come quelli di Johnsborough in America, di Toronto in Canada e "Beyond the Borders" in Galles; un po' come la Woodstock americana…-
La Compagnia di Storytelling Raccontamiunastoria diretta da Paola Balbi e Davide Bardi, attiva dal 2004 e prima in Italia ad occuparsi della preservazione e della diffusione di quest'arte, vanta un prestigioso curriculum di collaborazioni internazionali (tournée con spettacoli in lingua inglese in Canada e Stati Uniti, partecipazione ai più importanti Festival di Storytelling in Europa e America). In Europa esiste una Federazione Europea per lo Storytelling (FEST) a cui tutte le organizzazioni di cantastorie professionisti sono affiliate.In Italia la Federazione di riferimento è la FIST-Federazione Italiana Storytelling.

Il Festival


Il tema: Il tema dell'edizione 2015 del Festival internazionale di Storytelling è "Gli dei e il mondo", una tematica che vuole essere un invito a riflettere sulla bellezza, la ricchezza, la diversità e le somiglianze fra tutte le tradizioni spirituali de mondo, in un'ottica di conoscenza, comprensione e rispetto reciproco.

Anthony De Mello diceva che "La via più breve fra l'uomo e la verità è una storia". In un momento caratterizzato dai pregiudizi, i fanatismi e le intolleranze religiose, il Festival di Storytelling con la tematica "Gli dei e il mondo", vuole sottolineare quanto i valori, il patrimonio orale e la ricchezza di tutte le culture siano intessute nella mitologia e i racconti spirituali dei popoli, e quanto essi stessi, nella loro essenza possano essere utilizzati come veicoli di pace ed integrazione.

Saranno presenti nel programma storie di tradizione Cristiana, Musulmana, Buddista e Pagana di varie tradizioni, oltre che un ricco programma sui miti di fondazione dell'antica Roma e del territorio del Lazio.

Non mancheranno anche affascinanti storie sulle credenze popolari, come fate, folletti, ninfe e personaggi magici.

Gli artisti: Durante il Festival gli artisti internazionali racconteranno nella loro lingua madre e/o in Inglese (lingua ufficiale dei Festival Internazionali) avvalendosi della traduzione simultanea a cura di storytellers del Paese ospitante.
Il Festival di quest'anno permetterà di condividere la magia delle storie raccontate dalle voci dei più grandi storytellers internazionali che in un grande evento unico nel suo genere, porteranno a Roma il sapore dei racconti orali dei cinque continenti: quest'anno avremo per la prima volta in Italia cantastorie dalla Slovenia (Ana Dusa e Spela Frlic), dall'Irlanda (Jack Lynch), e persino dalla lontana dalla Korea (Seung Ah Kim) grazie al sostegno e la contributo dell'Ambasciata di Korea. Fiore all'occhiello del Festival la presenza della storyteller britannica di origini jamaicana Jan Blake, consacrata dal pubblico, dalla critica e dalla stampa, come una vera superstar del genere a livello mondiale. Conferma la sua presenza anche Michael Harvey, uno dei più grandi cantastorie bardici del mondo celtico.

Non mancherà ovviamente la rappresentanza italiana, prima fra tutte Raccontamiunastoria (Roma) ideatrice ed organizzatrice dell'evento, Sagapoò Teatro (Bolzano), Narrazena (Genova) e Storytelling Torino (Torino), oltre singoli che cantastorie provenienti da tutta la penisola, come Paolo Cortopassi (Viareggio), Ciccio Schembari (Sicilia), Natalia Foggia (Bergamo) oltre che alle storytellers Italiane di seconda generazione o residenti all'estero come Mariella Bertelli (Canada), Giovanna Cavasola (Messico) e tanti altri artisti professionisti. Gli artisti racconteranno storie, miti, fiabe e leggende provenienti dalla tradizione orale dei propri Paesi di origine, ma anche testimonianze di vita vissuta.

Il Festival Internazionale di Storytelling Raccontamiunastoria si distingue anche per la presenza all'interno della programmazione di numerosissimi giovani artisti provenienti da tutta la nazione che coordinati da Raccontamiunastoria portano avanti un costante lavoro di ricerca sull'arte della narrazione orale, studiando modi sempre nuovi per diffonderla e renderla fruibile ad un pubblico giovane. In un momento in cui molte arti performative sono in grossa crisi, lo Storytelling è una modalità di spettacolo che viene dal passato, ma si proietta nel futuro, riscuotendo a livello internazionale enorme successo, grazie ai bassi costi, il prezzo politico dei biglietti, ma l'altissima qualità degli spettacoli ad alto coinvolgimento emotivo.

Il Festival, oltre agli spettacoli degli artisti nazionali ed internazionali, ospiterà ogni giorno anche attività di formazione nel campo dello storytelling, attraverso:

- la master class Master class. Per tutti gli aspiranti cantastorie, le persone appassionate o semplicemente curiose di avvicinarsi a questo genere anche in maniera attiva, nel corso del Festival è prevista anche una master class di Storytelling nei giorni 22-23-24 Settembre con il maestro internazionale Michael Harvey (Galles) e i direttori artistici di Raccontamiunastoria.

- conferenze su vari aspetti della narrazione e le sue modalità di utilizzo. Da segnalare la conferenza tenuta da Jack Lynch, artista irlandese di trentennale esperienza sull'utilizzo dello Storytelling nel processo di integrazione e comprensione delle culture di provenienza dei richiedenti asilo, tema attualissimo in tutta Europa.

Programma Bambini: Ricchissimo anche il programma rivolto ai bambini, con attività per tutte le età, comprendente oltre che spettacoli di storie anche laboratori didattici e programmi musicali. Da segnalare "La gazza ladra", adattamento della famosa opera di Rossini per i più piccoli, che verranno direttamente coinvolti a suonare e cantare e "Il vitello Stregato", una storia africana adattata a Storytelling Musical.


Attività collaterali:

È prevista la presenza di stand gastronomici e di ristoro, con preferenza per i prodotti locali e biologici, a sostegno della filosofia dal produttore al consumatore a km 0, già promossa dall'Ente Parco Regionale Appia Antica e in linea con la valorizzazione delle tradizioni locali promossa dal Movimento Internazionale dello Storytelling.

Eventi speciali:

· Passeggiate con le storie inedite dell'Antica Roma sui percorsi dell'Appia Antica ed altri segnalati dalla committenza (luoghi come Fori Imperiali, Ara Pacis, Ostia Antica);

· Ars Sacra - Eventi speciali: Performance di storie e racconti biblici in chiave ecumenica ed interculturale nella meravigliosa ed esclusiva cornice del convento di San Bonaventura al Palatino, con visita all'atelier dell'artista brasiliano Fra Sidival Fila, famoso per le sue opere realizzate reinterpretando re-intessendo la trama di antichi tessuti, all'interno di quello che forse è l'atelier più bello del mondo: il suo studio con vista a 360 gradi sul Colosseo e i Fori imperiali. Venerdì 11 Settembre alle ore 20.30 e Giovedì 24 Settembre ore 20.30 (Vedi programma).

Sabato 26 Settembre ore 22.30: "Nox aequalis " Evento speciale Internazionale di Storytelling, musica e danza.. Celebrazione dell'equinozio d'autunno e le sue divinità protettrici: Demetra, Persefone, Mabon e Madron, l'Arcengelo Michele. Una celebrazione di ringraziamento per il raccolto, e propiziazione per l'inizio della stagione autunnale .

A cura della Compagnia Raccontamiunastoria con Seung Ah Kim-Korea, Michael Harvey -Galles, Paola Balbi e Germana De Ruvo, Erika Dell'Acqua e Tengri Tribe ATS (stile di danza di gruppo improvvisazionale che fonde elementi di danza classica indiana, flamenco e danze dell'Oriente.



L'ultima giornata del Festival dedicata alle storie dell'antica Roma, dal titolo con passeggiate animate dalle storie all'interno del Parco della Caffarella e lo spettacolo "Angerona-il nome segreto di Roma" che vedrà la collaborazione della direttrice artistica Paola Balbi con il grande storyteller canadese Micheal Harvey. Lo spettacolo, ispirato al poemetto Shakespeare "The rape of Lucrece" quasi mai tradotto in Italia (è presente solo nelle opera omnia) e rappresentato in Italia racconterà la storia della matrona Lucrezia e della cacciata di Tarquinio il superbo da Roma.La performance sarà in inglese con sinopsi in Italiano.


Il Festival continua a Bolzano! La festa delle storie però quest'anno non finisce a roma con il mese di Settembre, ma continuerà in Sud Tirolo, a Bolzano, dove grazie al sostegno del Comune si potrà avere accesso gratuito agli eventi. Per chi volesse dunque programmare un week-end in montagna le storie continuano a Bolzano il 2/3/4 Ottobre, presso il Museo Civico con Storytelling Time. In questo caso a parte del cast presente a Roma si aggiungeranno artisti dalla Turchia, per la prima volta in Italia e dalla Germania. Il programma sara` in questo caso in lingua Italiana e Tedesca.

L'edizione di Bolzano è realizzata in partnership con la compagnia locale Sagapò Teatro, presente con I suoi artisti anche al Festival di Roma.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Giudizio Universale. Viaggio straordinario nei segreti della Cappella Sistina

    • dal 15 marzo 2018 al 31 dicembre 2019
    • Auditorium Conciliazione
  • San Cosimato, "Il Cinema in piazza": la programmazione

    • Gratis
    • dal 1 giugno al 1 agosto 2019
  • "Io vado al Museo", ingressi gratuiti alle Terme di Caracalla

    • Gratis
    • dal 22 marzo al 17 dicembre 2019
    • Terme di Caracalla
  • Viterbo diventa la "Terra di Mezzo" del Signore degli Anelli

    • Gratis
    • dal 27 al 28 luglio 2019
    • Viterbo
Torna su
RomaToday è in caricamento