menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius epifaniacarnevalesan-valentinofesta-donnafesta-papapasqua1-maggiofesta-mammaferragostohalloweennatalecapodannochildrenlocation-maps

← Tutti gli eventi

Teatri

Dipartita Finale al Teatro Parioli

Dal 11/02/2016 al 21/02/2016

Orario

  • tutti i giorni ore 21 - domenica ore 17

Prezzo

Galleria 22€ ; Platea 27€

Dipartita Finale al Teatro Parioli
11-21 febbraio 2016

e con Sebastiano Bottari 
scene Margherita Palli 
luci Gigi Saccomandi
regia Franco Branciaroli
Dopo l’apprezzata edizione di Finale di Partita di Beckett del 2006, Franco Branciaroli da autore firma, con questo Dipartita Finale, un testo ascrivibile alla stessa atmosfera dell’assurdo. 

È la storia di tre clochard, Pol, Pot e il Supino, comicamente alle prese con le questioni ultime, cui li costringe Toto, travestimento della morte. Oltre allo stesso Branciaroli, ad interpretarlo ci sarà un cast esemplare di attori: Gianrico Tedeschi, Ugo Pagliai e Maurizio Donadoni, presentati in locandina in ordine anagrafico. Insieme a loro sul palco anche Sebastiano Bottari. 

E il fine metafisico, quello di un mondo affossato nell’assenza di valori e che affida la propria longevità alla scienza, in assenza di una fede nell’immortalità, è perseguito con strumenti irresistibilmente divertenti. 

“È una parodia, un western, un gioco da ubriachi sulla condizione umana dei nostri tempi - spiega Branciaroli -, con tre barboni che giacciono in una baracca sulle rive di un fiume, forse del Tevere, e con la morte, nei panni di Totò menagramo, che li va a trovare impugnando la falce”.

Il finale, a sorpresa, è lieto per tre quarti.

Le scene ed i costumi portano ancora una volta - dopo Servo di Scena, Il Teatrante, Don Chisciotte e Enrico IV -  la firma di Margherita Palli. Le luci sono disegnate da Gigi Saccomandi.



Commenti

    Eventi Popolari

    • Eventi

      Banksy a Roma: 150 opere a Palazzo Cipolla

    • Eventi

      Roseto di Roma: apertura, orari e visite guidate

    • Eventi

      Sagra della Tellina a Passoscuro

    • Eventi

      Sagra del pesce a Fiumicino

    Torna su