Piazza delle Camelie cambia volto: arriva 'Stazione Camelie', il Bistrot-Cocktail bar che non ti aspetti

Inaugura il prossimo 19 dicembre il nuovo ristorante, bistrot e cocktail bar di Centocelle che riqualifica un'area dimenticata. Siamo andati a scoprirlo in anteprima

Stazione Camelie, foto @kriziaolivieri

Fino a poco tempo fa era una delle piazze dimenticate di Centocelle e ci si passava di fretta, in macchina o in moto, giusto per andare a prendere via Casilina da via dei Castani. Ma, oggi, qualcosa è cambiato. Là dove un tempo si trovava una stazione di servizio Tamoil, infatti, là dove un tempo passava il treno che portava a Pantano, è sorto un palazzetto bianco, elegante e moderno, su due piani, con tanto di giardino e terrazza.

L'insegna parla chiaro: 'Stazione Camelie - Bistrot Cocktail bar'. Chi passa da lì non può che notarlo e capire cosa ha di fronte. Sulla piazza di passaggio di Centocelle, dunque, da mercoledì 19 dicembre – data dell’inaugurazione - sarà possibile fermarsi per un aperitivo, per una cena, per bere un cocktail fino a tarda notte, in un posto che rompe un po' gli schemi della zona.

_DSC3363-2

Foto di @kriziaolivieri

Stazione Camelie, di cosa si tratta

Stazione Camelie è nato da zero. È un sogno che Luca Catarinozzi e Katia Scappa, soci proprietari del ristorante, avevano da tempo e che ha preso forma in circa due anni. Dopo l'acquisto del terreno, infatti, Stazione Camelie è stato progettato e costruito dal primo all'ultimo mattone, con una cura attenta ad ogni minimo dettaglio. Entrando si trova un delizioso giardino, con un albero di camelie sulla destra e che porta dritto all'entrata. Di fronte c'è la cucina semi a vista e qualche tavolo, sulla destra il bancone dove vengono realizzati i cocktail, fiore all'occhiello di Stazione Camelie, ognuno dei quali porta il nome di piazze e vie di Centocelle (piazza dei Mirti, piazza delle Camelie e così via); sulla sinistra la sala più grande (capienza 70 persone circa) con una tendostruttura trasparente, riscaldata che permette di cenare in giardino anche in inverno (e possiamo assicurarvi che non fa affatto freddo).

Con una piccola scala si accede al piano superiore, dove è stato creato un ambiente più intimo, un salotto accogliente che trova il suo compimento nella terrazza ampia, arredata con tavoli, poltroncine, ombrelloni e funghi nel periodo invernale. Grigio, verde e bianco sono i colori predominanti. Le fantasie optical sulle sedie, le geometrie e le foglie sui piatti danno un tocco esotico al tutto e rendono Stazione Camelie una piacevole oasi in periferia.

Stazione Camelie, il menù

Oltre a realizzare una struttura elegante, accogliente, spaziosa, nel cuore di Centocelle, Luca Catarinozzi e Katia Scappa hanno posto grande attenzione nella scelta dello chef, dello staff e del menù. Il martedì e il venerdì si mangia pesce da Stazione Camelie, gli altri giorni si alterna, ma spiccano nel menù le fettuccine ai porcini, il galletto, la tartare di manzo con tartufo nero, la panzanella con pomodoro, mozzarella di bufala e olio al basilico. Sfiziose la tempura di verdure (salvia, peperoni, fiori, funghi e zucchine) la pizza fritta (nella versione con alici di Cetara e in quella con pomodoro) e gli stecchi di wurstel ricoperto da pastella di mais.

tartare-3

Foto @kriziaolivieri

Un menù familiare, ma ricercato, sfizioso e variegato, con piatti che richiamano la tradizione e, soprattutto, che strizzano sempre l'occhio alla qualità, alla territorialità e alla stagionalità. Come Luca Catarinozzi ci ha raccontato, Stazione Camelie arriva a rompere gli schemi in zona, distinguendosi già dalla location: "Non esistono strutture come queste a Centocelle e nei dintorni”. E punta ad offrire ai clienti prodotti di altissima qualità a prezzi contenuti.

Nel nostro menù tutto è fatto in casa, pane, pizza, pasta, dolci, salse, creme. Per il resto prendiamo i nostri prodotti da aziende agricole territoriali”, ha sottolineato Catarinozzi.

Stazione Camelie, l’offerta

Tutti i giorni, da Stazione Camelie, sarà possibile passare per un aperitivo a base di sfizi cucinati e non che presenteranno, in formula ‘tapas’ i piatti in menu. L’aperitivo, drink compreso, avrà il costo di 8 euro. A seguire ci sarà la cena con menù a la carta, per poi terminare la giornata con dopocena (fino alle 2) a base di drink e, su richiesta, taglieri di salumi di qualità.

cocktail-3

Foto @kriziaolivieri

Stazione Camelie aprirà ufficialmente il prossimo 19 dicembre dalle 18. L’inaugurazione è aperta a tutti.

Centocelle è il nuovo Pigneto: tutti i nuovi locali aperti (o che stanno per aprire)

Potrebbe interessarti

  • Parcheggi di scambio: dove si trovano

  • Cinema all'aperto a Roma: indirizzi e film in programma nell'estate 2019

  • Saldi estivi a Roma, manca poco: quando iniziano

  • Come ottenere il permesso Ztl

I più letti della settimana

  • Esplosione a Rocca di Papa: crolla la facciata del Comune, 16 feriti tra loro 3 bambini. Grave il Sindaco

  • Tragedia a Torvaianica: ragazzo di 17 anni morto affogato in mare

  • Viale Marconi: violentate e picchiate in strada. Aggressore fugge e viene investito

  • Meno di 300 euro andata e ritorno da Roma a New York: ecco il nuovo volo diretto

  • Torna #vialibera: domenica 16 giugno a Roma 15 chilometri di strade solo per bici e pedoni

  • Incidente A1: auto e tir forano gomme su una buca, maxi tamponamento fra 7 mezzi

Torna su
RomaToday è in caricamento