Sorbillo apre a Roma: "Porto nella Capitale la pizza del popolo, quella che si mangia nei vicoli di Napoli"

Intervista a Gino Sorbillo. Da lui ci siamo fatti raccontare, in anteprima, 'Lievito Madre', la pizzeria che aprirà in piazza Augusto Imperatore il prossimo 19 febbraio

Foto da Facebook @pizzeriaginosorbillo

L’attesa è quasi finita. Il prossimo 19 febbraio – per la gioia di tanti romani – Gino Sorbillo aprirà la sua prima pizzeria nel cuore della Capitale. Si chiamerà ‘Lievito Madre-Gino Sorbillo’ – su ispirazione di alcune delle altre pizzerie che l'artista della pizza napoletana ha già aperto da tempo nella sua Napoli e a Milano – e si troverà precisamente in piazza Augusto Imperatore.

Ebbene sì, la pizzeria firmata Sorbillo prenderà il posto dello storico Rhome. Somiglierà, nell’arredamento, al locale di via dei Tribunali a Napoli e porterà la vera pizza napoletana, quella dei vicoletti della città partenopea, a Roma.

Gino Sorbillo apre a Roma, la nostra intervista

Abbiamo raggiunto Gino Sorbillo al telefono e ci siamo fatti svelare, in anteprima, 10 curiosità su ‘Lievito Madre-Gino Sorbillo’:

‘Lievito Madre – Gino Sorbillo’ arriva a Roma. Cosa significa per te aprire nella Capitale?

Rappresenta un altro desiderio esaudito. La risposta ad una delle domande più ricorrenti che le persone mi facevano da anni. In molti si chiedevano come mai avessi aperto prima a Milano, con diversi punti, e non nella Capitale. Ma sono riuscito, finalmente, a trovare il locale giusto, un posto interessante che avesse tutti i presupposti per farmi buttare a capofitto in questa avventura romana. A Roma ho tanti amici che fanno la pizza, da Gabriele Bonci a Giancarlo Casa, fino a Stefano Callegari: sicuramente questa nuova esperienza nella Capitale mi permetterà di organizzare iniziative anche con loro.

La pizzeria di Roma in cosa somiglierà e in cosa si distinguerà da quelle di Napoli e di Milano?

La pizzeria in piazza Augusto Imperatore porterà in tavola il prodotto originale. Una pizza generosa, spontanea, artistica. Non propriamente una pizza al piatto – tanto di moda negli ultimi tempi – ma la pizza del popolo. Quella che si mangia nei vicoletti di Napoli, la classica pizza ‘a portafoglio’ o ‘a libretto’ che da sempre caratterizza la mia famiglia.

Quali saranno gli ingredienti principali delle pizze di ‘Lievito Madre’?

La farina sarà quella di Mulino Caputo, poi utilizzerò fiordilatte di Napoli (ottimo per la pizza napoletana). La bufala sarà quella della cooperativa ‘Le terre di Don Peppe Diana’. Userò il pomodoro straordinario ‘La fiammante’. L’olio per condire sarà quello di Terre Francescane Nobilis, mentre quello per friggere sarà Olitalia - Frienn.

Quante pizze ci saranno in menù?

Le pizze nel menù saranno 7. Si andrà dalle classiche Marinara, Margherita, Margherita con bufala a quelle più creative con pomodorino giallo, alici siciliane, nduja, pesto. Queste cambieranno ogni 3-4 mesi.

E’ vero che ci sarà una pizza tutta rosa?

Sì, sarà la pizza Barbie, nata perché mia figlia Ludovica è stata testimonial della Mattel per la presentazione di ‘Barbie pizzaiola’. Vuole essere un’idea simpatica per accontentare anche le bambine.

Svelaci qualche altra cosa buona che potremo mangiare da ‘Lievito Madre - Gino Sorbillo’ a Roma…

Il chilo o il mezzo chilo di bufala sulla fresella da Mimmo Filosa e le frittatine di pasta preparate con la pasta di Gragnano.

Oltre alle 7 pizze, ci saranno 7 vini, 7 birre, 7 liquori, 7 dolci, 7 bibite: ci spieghi questa regola del 7?

L’idea nasce per seguire i 7 giorni della settimana. Voglio trasferire l’idea del fresco. Da ‘Lievito Madre – Gino Sorbillo’ i prodotti vengono comprati e devono finire in giornata. La freschezza e la qualità sono alla base.

Dai 7 dolci di ‘Lievito Madre’ cosa dobbiamo aspettarci?

I dolci della tradizione partenopea, tra cui il babà di Salvatore Capparelli, i dolci di Casa Infante, della pasticceria Sal De Riso, di Emilio il pasticcere a Casal di Principe e dell’antica pasticceria Bellavia di Napoli.

 Il prezzo medio di una pizza quale sarà?

La margherita costerà 7,80 euro. Il prezzo medio, considerando anche le pizze più elaborate, come quella Barbie o quella con il salame di Faicchio, si aggirerà intorno ai 9,50 euro.

L'inaugurazione di 'Lievito Madre - Gino Sorbillo' a Roma è prevista per il 19 febbraio alle 19 (il 7, in qualche modo, torna anche qui). Qual è l’invito speciale che vuoi fare a tutti i romani?

Ai romani faccio un invito speciale, dopo aver avuto migliaia di richieste e dico che, da ‘Lievito Madre – Gino Sorbillo’ potranno assaggiare, finalmente, la pizza dei vicoletti di Napoli. Dico, anche, che la napoletanità sana arriverà nel cuore di Roma e che, dal 19 febbraio in poi, chi non avrà tempo e modo per andare direttamente a Napoli, potrà comunque mangiare una buona pizza napoletana (senza rivisitazioni) al centro della Capitale.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Raggi e gli audio nell'inchiesta Ama: così la sindaca ha chiesto di cambiare il bilancio. La Lega: "Deve dimettersi"

  • Cronaca

    Rolex, foto con i vip sui social e occupazione di case sequestrate: così i Casamonica sfidano lo Stato

  • Politica

    Più poteri ai Prefetti: così Salvini commissaria i sindaci. Schiaffo a Raggi dall'alleato leghista

  • Attualità

    Greta Thunberg a Roma, dal Papa al Senato: cresce l'attesa per il discorso in Piazza del Popolo

I più letti della settimana

  • Giustiniana, bimbo di 8 anni precipita dal quinto piano

  • Scuola: 18 istituti della Capitale restano aperti anche per Pasqua

  • Via Crucis al Colosseo: venerdì metro chiusa. Le strade chiuse e le deviazioni

  • Usura, droga ed estorsioni: nuovo colpo al clan Casamonica. 23 arresti. Fra loro 7 donne

  • Viale Manzoni: perde controllo dello scooter e si schianta, morto un 26enne

  • Scontro tra auto: 2 morti, gravissima una bimba di pochi mesi

Torna su
RomaToday è in caricamento