Il miglior pane d'Italia: il Gambero Rosso premia due forni di Roma con il massimo dei voti

Gambero Rosso ha presentato la prima guida dedicata ai maestri del pane, premiando con i "Tre Pani" 36 panifici di tutto lo Stivale. Ci sono anche Roscioli e Bonci

Foto da Facebook @anticofornoroscioli

Dopo aver premiato diverse gelaterie romane nella guida "Gelaterie d'Italia 2019", il Gambero Rosso ha dedicato studi e assaggi al variegato e affascinante mondo del pane in tutta Italia. Da pochi giorni, infatti, è stata presentata la prima guida dedicata all'arte del panificare. "Pane & Panettieri d'Italia", questo il titolo dato al volume che è riuscito a racchiudere tutto il meglio del pane e dei suoi artigiani.

Pane & Panettieri d'Italia, la guida

Una guida nuova, che vuole sottolineare l'importanza di un'arte (e dei suoi artigiani) che, da anni ormai, fa i conti con la crisi economica, con la chiusura di tante (troppe!) serrande, ma che non si arrende. Una realtà che continua a combattere, che una rivoluzione sta provando a farla, puntando sulla qualità delle materie prime, sulla lavorazione a regola d'arte, sulla tradizione, sul consumo consapevole.

Sono 350 gli indirizzi sparsi in tutta Italia, da Nord a Sud, Isole comprese, degne di 1,2 o 3 pani secondo il Gambero Rosso. Sono stati scelti secondo diversi criteri di valutazione: il prodotto finito, la sua acidità, la cottura spinta al limite del bruciato e la composizione delle farine. A contare nelle pagelle finali, sono stati anche la continuità e la tradizione, la pulizia e l'aspetto del locale.

I panifici di Roma premiati con i "Tre Pani"

E anche Roma brilla nel cielo dei migliori pani d'Italia secondo il Gambero Rosso. Ben due i panifici ad aggiudicarsi i "Tre Pani", il punteggio massimo. Sono  Antico Forno Roscioli e Panificio Bonci. Due nomi più che noti a tutti i romani.

Il primo rappresenta la tradizione, la storia del pane a Roma, una famiglia di panettieri, la famiglia Roscioli. Il primo forno in via dei Chiavari è un'insegna storica nella Capitale, riconoscibile da tutti, anziani e bambini, simbolo per eccellenza del pane buono (con la B maiuscola).

Il secondo rappresenta la rivoluzione del pane a Roma. Una modalità diversa di portare il pane di qualità nelle case dei romani: la veracità di Bonci è il suo biglietto da visita. Un omone, un gigante "buono come il pane" che del pane e della pizza ha fatto la sua vita. La sua missione, sin dall'apertura della prima pizzeria a taglio a Roma, è stata quella di  "Far tornare alla gente il gusto di mangiare buono e consapevole" ed è proprio questo che il Gambero Rosso ha deciso di premiare.

Per ora i panifici romani (e laziali) ad aggiudicarsi 3 Pani nella guida "Pani & Panettieri d'Italia" del Gambero Rosso sono solamente due, ma ce ne sono anche altri che hanno tutte le carte in regola per potercela fare nelle prossime edizioni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

Torna su
RomaToday è in caricamento