Caviar Kaspia, la maison del caviale conquista Roma

Il primo Caviar Kaspia italiano ha aperto a Roma, all'interno di Palazzo Rhinoceros, per offrire a romani e turisti un lusso accessibile

Il caviale di Caviar Kaspia, foto @ufficiostampa

Lo scorso ottobre, in via del Velabro, il palazzo Rhinoceros - fortemente voluto da Alda Fendi, progettato e arredato da Jean Nouvel - ha aperto le sue porte al pubblico. Ben 3500 metri quadri di ex case popolari che hanno cambiato identità trasformandosi in una location di lusso, suddivisa in 24 appartamenti, struttura pensata per mostre artistiche, con delle bellissime terrazze affacciate su Roma e sull’arco di Giano (ora illuminato, proprio grazie al progetto Alda Fendi – Esperimenti).

E’ qui – precisamente al quinto e al sesto piano del palazzo Rhinoceros - che una storica maison di caviale ha scelto di fare i suoi primi passi in Italia. Parliamo di Caviar Kaspia, un format che ha una lunga storia alle spalle, iniziata a Parigi nel 1927. Oggi dire Caviar Kaspia tra gli esperti di caviale è come dire Fendi, appunto, nel settore della moda. La maison si è espansa in tutto il mondo, da Parigi a Montecarlo, da Londra a New York e si è sempre più affermata tra le migliori offerte gastronomiche di caviali pregiati e affini. E, ora, anche Roma è stata raggiunta dal rinomato brand.

La cucina di Caviar Kaspia

Kaspia(10)_Caviale-2

Foto @ufficiostampa

Caviar Kaspia porta, dunque, a Roma una proposta enogastronomica versatile, sempre in evoluzione, che ha alla base i sapori della cucina russa legati ai prodotti della tradizione italiana, anche grazie all’intervento di Laurenzi Consulting (società con una grande esperienza nell’ideazione e nella realizzazione di format per la ristorazione) e che vuole offrire un'esperienza gastrononomica lussuosa ma accessibile.

Quella di Caviar Kaspia Roma è un’offerta all-day-long, dalle prime luci del mattino alla tarda serata. Si parte con le colazioni a base di caffè e dolci della tradizione, fino a spaziare alle abitudini più internazionali. Si può sostare al palazzo Rhinoceros per un aperitivo, per un brunch o una pausa pomeridiana a base di club sandwich, insalate, uova o, semplicemente, per bere un cocktail in terrazza (quando il tempo lo permette). Si può fare visita a Caviar Kaspia per il pranzo (dalle 12 alle 15) assaggiando una selezione di piatti dello chef Giovanni Giammarino. Ma è all’ora di cena che Caviar Kaspia esplode davvero presentando agli ospiti la sua vera vocazione: i grandi classici della cucina baltica rivisitati, dallo chef, in chiave italiana e gourmet.

Caviar Kaspia, il menù

Kaspia(2)_Omaggio a Marchesi-2

Spaghetti omaggio a Gualtiero Marchesi, foto @ufficiostampa

Ovviamente, protagonista di Caviar Kaspia è il caviale declinato in vari piatti e affiancato anche da cruditè e affumicati. In primo piano gli Spaghettini freddi, limone, mandorle e caviale Selezione Oscietra, anche detti Spaghetti alla Marchesi (omaggio al celebre chef stellato Gualtiero Marchesi), le Conchiglie salmone e vodka, il Risotto alla clorofilla di erbe fini, gamberi rossi e fonduta di pomodori secchi. Ma anche Ravioli di parmigiano reggiano, gel di melograno e caviale, Raviolo di granchio con zucchine e cardamomo e Linguine tartufo e bottarga. Abbiamo avuto modo di apprezzare il Fois gras con sorbetto di mela verde, il polpo arrosto e il saltimbocca di Capesante. La contaminazione di cucina russa e italiana (e romana) è evidente e ben riuscita.

Kaspia(9)_Saltimbocca di Capesante-2

Saltimbocca di Capesante, foto @ufficiostampa

Attenta la selezione dei vini, a cura della Restaurant Manager e Sommelier Alessia Meli. Vini prestigiosi, champagne e bianchi italiani, francesi e spagnoli, ma anche etichette meno note che manifestano un’attenta ricerca ed esperienza.

Chi potrà accedere a Caviar Kaspia

Tutti possono accedere al ristorante situato all’interno del palazzo Rhinoceros e alle sue terrazze mozzafiato. In primis gli ospiti della struttura, coloro cioè che soggiornano in uno dei 24 appartamenti esclusivi, tutti diversi, gestiti dal gruppo internazionale di ospitalità Room Mate di Kike Sarasola, che arriva a Roma con il marchio The Rooms of Rome. Ma anche tutti coloro, romani e turisti, che avranno voglia di concedersi una parentesi di lusso nel cuore di Roma.

Il nostro consiglio è quello di aspettare giornate più miti per fare la vostra prima visita a Caviar Kaspia, così da poter godere delle due terrazze panoramiche e dell’altana che offrono una vista completa sulla Roma imperiale e sui colli romani (aperte da marzo a ottobre e nelle più calde giornate d'inverno). Il ristorante di per sé, infatti, si presenta come un ambiente piccolo, stretto e lungo, poiché la struttura originale non è stata potuta modificare e, se il vostro palato verrebbe comunque soddisfatto, anche all’interno del ristorante, lo stesso non potremmo dire per gli occhi.

arco giano-2

Caviar Kaspia è aperto mercoledì, giovedì e venerdì dalle 12.00 alle 00.00, sabato e domenica dalle 08.00 alle 00.00 e resta chiuso lunedì e martedì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blocco traffico, a Roma vietati tutti i diesel anche mercoledì 15 e giovedì 16 gennaio

  • Blocco auto, a Roma martedì diesel vietati fino agli Euro 6: tutte le informazioni

  • Blocco traffico, a Roma diesel fino a Euro 6 vietati anche venerdì 17 gennaio

  • Il Comune di Roma assume, 1512 i posti a disposizione: ecco il concorsone

  • Blocco traffico, a Roma diesel vietati anche domani: smog ancora alle stelle

  • Blocco auto: chi può circolare a Roma domani 19 gennaio

Torna su
RomaToday è in caricamento