Alla scoperta della Nuova Birreria di Eataly e dell'accoppiata 'birra-pizza al padellino'

Siamo stati a pranzo alla nuova Birreria di Eataly, abbiamo degustato la birra artigianale, assaggiato la particolare pizza al padellino e ci siamo sorpresi di quanta gente c'era (anche se era lunedì)

Dopo aver fatto il tour alla scoperta di Eataly Tutto Nuovo e dopo essere andati a provare il nuovo ristorante Terra (al secondo piano), un’altra realtà del mercato delle eccellenze italiane, ad Ostiense, aveva destato in noi una certa curiosità. Parliamo della Nuova Birreria, al primo piano di Eataly, che siamo andati a testare qualche giorno fa.

Il nostro pranzo alla Nuova Birreria di Eataly

Un lunedì a pranzo, ore 13-13,30 circa. La Birreria di Eataly è gremita di persone. Sono i dipendenti del mercato, ma anche gli impiegati degli uffici limitrofi, che hanno scoperto, con piacere, questa nuova realtà alla portata di tutti. C’è qualche famiglia con i bambini, c’è movimento, ma non un chiasso fastidioso, ognuno si gode il suo pranzo, più o meno veloce. Ci sediamo ad uno dei tavoli alti (ah, perché dimenticavamo di specificare, che la nuova Birreria di Eataly, oltre ai tavoli classici, quadrati da 2 o più persone, ha anche dei banconi, larghi, con sgabelli in pelle molto comodi), proprio accanto alla cucina, dove si sfornano, in continuazione le pizze al padellino.

Il mondo di birre della Birreria di Eataly

La birra, neanche a dirlo, è la protagonista assoluta. Proprio di fronte alla Birreria, si trova il Birrificio di Eataly che produce circa 50mila litri all’anno di birra artigianale, a metro zero. Il passaggio dalla produzione al tank e dal tank al bicchiere, dunque, avviene a vista, anche dei clienti, e permette di gustare una ricca selezione di birre artigianali. Cinque sono le birre prodotte nel birrificio, in più ci sono 400 birre artigianali in bottiglia, provenienti dall’Italia e dal Mondo, che ti accolgono, non appena arrivi al primo piano. Un muro di birre, belle da vedere, che viene subito voglia di assaggiare. Ma non finisce qui, perché ci sono anche le cosiddette ‘birre ospiti’, selezionate direttamente dal mastro birraio e indicate su lavagna, scelte tra i migliori birrifici artigianali.

IMG_20181119_134446-2

Le Birre-3

Il Birrificio e la Birreria ampliati e rinnovati hanno incontrato una risposta molto positiva da parte della clientela – ha spiegato Fabio Mazzone, mastro birraio della Birreria di Eataly - spesso si fa fatica a stare dietro a tutto e a tutti, perché le birre finiscono subito, le nostre intendo, quelle prodotte dal nostro birrificio. Ed è questa la più grande soddisfazione”.

Proprio le birre di Eataly sono quelle che anche noi, curiosi, abbiamo voluto assaggiare in Birreria: in un vassoio rettangolare di legno sono arrivati dei mini calici di Golden Eataly (Golden Ale 4,8 gradi), Spooky (Indial Pale Ale 6,5 gradi), Genève (Indian Pale Ale, 6,7 gradi), 80 Schilling (Scotch Ale, 8 gradi) e Aeki (Dubbel, 6 gradi). La Golden Eataly è uno dei fiori all’occhiello della Birreria ed è anche una di quelle che abbiamo più apprezzato (dorata, di facile beva, con retrogusto di agrumi). La Genevè è leggermente ambrata, con luppolatura generosa. La 80 Schilling la consigliamo agli amanti delle birre scure, intense, per la sua affumicatura e tostatura. L’Aeki è perfetta per chi ama i retrogusti speziati. La Spooky è quella che il mastro birraio ha dedicato all’autunno e che, molto presto, sarà sostituita da una birra con castagne e, successivamente, da una birra natalizia.

La preparerò con anice stellato, pepe nero, coriandolo, scorza d’arancia amara, chiodi di garofano, miele d’acacia ed infusione, dopo la fermentazione, con lo zenzero e - ci ha anticipato, a proposito della ricetta del Natale, Fabio Mazzone - il suo nome sarà ispirato alla fenice che rinasce dalle ceneri".

IMG_20181119_141344-2

La pizza al padellino

Per sorseggiare, con più gusto, le birre di Eataly, abbiamo ordinato qualche ‘pizza al padellino’. ‘Margherita’, ‘Capocollo piccante e carciofini’, ‘Broccoli alici e bufala’, ‘Mortadella e stracciatella’. La particolarità delle pizze al padellino sta nella farina, nella lievitazione, nella cottura, nella presentazione.

Realizzata con farine biologiche del Mulino Marino 50% Buratto e 50% Manitoba, lievitata per 24 ore, stesa sul tegamino di ferro, tondo e di 24 cm di diametro, lasciata ancora lievitare e poi cotta nel forno: questo è in breve l'iter che porta alla nascita di una pizza al padellino. Quando arriva in tavola, ben condita, con un bel cornicione alto, ricorda un po’ la pizza che si prepara a casa, quella nella teglia tonda che tutte le mamme tengono nel forno. In realtà all’assaggio sorprende, perché ognuna ha la sua croccantezza e la sua morbidezza.

La 'Margherita' è particolarmente soffice (complici i condimenti), la 'Capocollo piccante e carciofini' ha una buona croccantezza, quella con 'Mortadella e Stracciatella' è golosa e ricorda la morbida ‘pizza e mortazza’ del forno sotto casa. La pizza al padellino è buona e saporita perché condita con tutti prodotti di qualità (reperibili anche al mercato), si fa mangiare insomma. La dimensione è inferiore a quella di una pizza tonda normale, i prezzi vanno dai 4,80 della 'Marinara' agli 11,80 di 'Broccoli alici e bufala' e di 'Crudo, bufala e pomodorini'.

IMG_20181119_141924-2

IMG_20181119_141857-2

Il menù della Birreria di Eataly

Il menù della Birreria di Eataly, punta soprattutto su questo abbinamento ‘birra-pizza al padellino’ che vi consigliamo, anche a pranzo, per provare una versione diversa, più smart, della solita birra e pizza. Ma il menù del locale è molto più vasto e propone anche bruschette, panini, primi piatti, secondi di carne e di pesce, fritti, polpette alla romana e tanto altro. Se vi state chiedendo il perché di un menù tanto vasto in una birreria - per di più, all’interno di Eataly, dove se si vuole mangiare pasta, carne, pesce, le alternative non mancano - ce lo siamo domandati anche noi, ma la risposta è semplice e, forse, è quella che più soddisfa i clienti (anche i più esigenti):

La Birreria vuole accontentare tutti e se, in un tavolo di amici, qualcuno vuole la pizza, qualcuno la pasta, qualcuno la carne e qualcuno un panino, qui può farlo”, ci ha spiegato Francesca Romani, Marketing Communication Manager di Eataly.

Birreria di Eataly, uno sguardo alla location

La nuova Birreria di Eataly si presenta come un ambiente cosmopolita, un po’ diverso dalla concezione di ‘birreria’ che abbiamo a Roma. Quando si pensa ad una birreria, infatti, si immagina un posto retrò o industrial, luci soffuse, dove andare di sera, dove, in fondo, trovi sempre lo stesso genere di persone (grandi amanti della birra). Beh, dimenticate questa immagine, perché la Birreria di Eataly è un altro mondo. Un locale ben inserito nel mercato, seppur con la sua privacy; uno spazio ampio, con tavoli, comode panche imbottite in pelle, banconi, un salottino, dove fermarsi solo a sorseggiare una birra alla spina in relax, una seconda sala, stretta e lunga, esterna. E, per finire, un box chiuso da una vetrata, con divanetti, per chi vuole ritagliarsi un angolo più intimo.

Un ambiente grande, ma non dispersivo, dove andare in coppia, con gli amici, con i bambini. Una birreria per tutti, potremmo dire in sintesi.

Nuova Birreria_2-2

Andiamo ai prezzi

I prezzi della Birreria di Eataly li abbiamo trovati nella media, solo alcuni prodotti ‘schizzano’ un po’ troppo. Le birra alla spina da 330ml va dai 4 ai 5 euro, quella da 500ml va dai 6 ai 7 euro. Si può scegliere anche una mini degustazione di tutte le birre (come quella che abbiamo scelto noi) a 8,50 euro. Gli antipasti vanno dai 3,80 euro della bruschetta al pomodoro ai 14,80 euro della selezione di salumi e formaggi. I panini vanno dagli 8,50 euro dell’hot dog all’Eataliana ai 14,80 del panino Romano, un prezzo un po’ alto quest'ultimo, giustificato dagli ingredienti, ma che potrebbe portare molti clienti a deviare su un Amatriciano o su un Cis Giotto, entrambi farciti con carne e ingredienti di elevata qualità, in menù a 10,80 euro.

Passiamo alla pizza al padellino: onesta la 'Margherita' a 5,80, un po’ troppo care la 'Broccoli alici e bufala' e la 'Crudo, bufala e pomodorini' (11,80 euro). Per una pizza, buona, ma di 24 cm, un altro sforzo sul prezzo si poteva fare, secondo noi. Giusti i prezzi di pasta e carne.

Anticipazioni e curiosità sulla Birreria di Eataly

Oltre alla 'birra alla castagne' e alla 'birra natalizia' che attendiamo, Fabio Mazzone ci ha svelato un'altra interessante anticipazione sulla Birreria di Eataly:  "In progetto c'è l'intenzione di usare il lievito della nostra birra per fare la pizza e di creare piatti ad hoc per ogni birra stagionale".

Vi terremo aggiornati!

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Il lungo lunedì di Ama: Cda e giunta straordinaria per sciogliere il nodo bilancio 

  • Salute

    San Camillo, la ministra Grillo manda i Nas al Pronto soccorso: "Sovraffollamento inaccettabile"

  • Cronaca

    Anzio, violenta la figlia per cinque anni: arrestato militare 45enne

  • Cronaca

    Autista Atac salva ragazza dal suicidio: la 20enne era pronta a lanciarsi nel vuoto

I più letti della settimana

  • Strade chiuse e bus deviati: il 14 febbraio attesi 5000 gilet arancioni. In serata la Lazio in Europa League

  • Roma, strade chiuse e bus deviati sabato 16 e domenica 17 febbraio: tutte le informazioni

  • Il Treno della Neve: da Roma a Roccaraso in carrozze d'epoca

  • La porta dell'autobus Atac si apre in corsa: passeggeri cadono in strada, un ferito

  • Sciopero, oggi a Roma bus di periferia a rischio. Gli orari e le linee coinvolte

  • Tragedia a San Giovanni: precipita dal sesto piano, morta 17enne

Torna su
RomaToday è in caricamento