Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Ecco la Hall of Fame della scienza, tredici volti sul muro di cinta dello Spallanzani

E’ stato inaugurato stamattina, giovedì 3 maggio, il lungo murales di via Giovanni Folchi, con i tredici volti degli scienziati che si sono distinti per il loro lavoro di ricerca nella medicina e per le cure delle malattie infettive

 

“Hall of Fame della scienza”, questo il nome del progetto voluto in occasione degli 80 anni dell’Istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani. Il grande murales è stato realizzato da tre artisti: Andrea Marrapodi (in arte Kiv), Gregorio Pampinella e Daniele Tozzi. Sotto la direzione artistica di Matteo Colavolpe di “Graffiti zero”.

Presenti al taglio del nastro, accanto al direttore generale dello Spallanzani, Marta Branca, l’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato, Francesco Prosperetti della Soprintendenza speciale di Roma. “L’opera è stata realizzata grazie ai circa 20mila euro di donazioni raccolta appositamente per questo progetto - spiega Branca -, per noi non è solo un modo di celebrare l’80esimo anniversario dello Spallanzani, ma anche l’occasione di lasciare qualcosa di tangibile al territorio”.

Durante la cerimonia, dall’altro lato della strada, il presidio di protesta di un gruppo di lavoratori del centro di malattie infettive, organizzato per portare all’attenzione le “carenze strutturali e di organico”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento