Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

INTERVISTA | A casa di Francesco Maccarinelli, il Luca Spinelli de "Il paradiso delle signore"

Siamo andati a trovare Francesco Maccarelli, attore in forte ascesa grazie al successo della fiction Rai “Il paradiso delle signore”

 

Apre la porta di casa con un sorriso. “Entra”, dice. Ed è come sedersi a fare quattro chiacchiere con una amico. Francesco Maccarelli, nato 30 anni fa ad Agropoli ma cresciuto a Brescia, dieci anni fa lascia tutto per trasferissi a Roma ed iniziare a fare l’attore. Tanta gavetta, decine di ruoli a teatro, poi il cinema con la partecipazione nel film Sex Cowboys di Adriano Giotti dove ha interpretato la parte di Simone. “Sono finito addirittura su Play Boy con le immagini tratte dal film - racconta ridendo -, una cosa che non ti aspetti, ma capita”.

Fino all’arrivo in Rai con “Il paradiso delle signore 3” nei panni di Luca Spinelli, un uomo forte, ma fragile allo stesso tempo, segnato dall’esperienza nei campi di concentramento di Dachau a soli 14 anni, e che ora brama vendetta: “Un uomo solo sbaglia, ma lo difenderò sempre - spiega Maccarelli parlando del suo personaggio -. Preparare questa parte mi ha fatto pensare ad una sofferenza personale, la malattia di mia nonna. L’alzheimer toglie la dignità, proprio come i nazisti facevano con le persone deportate”.

Ormai romano d’adozione, racconta il grande amore per la Capitale, la musica rock, la passione per i libri: “Don Chisciotte mi ha cambiato la vita”, dice. E il teatro: torna in calendario a Verona dal 25 al 27 luglio con “Il mercante di Venezia” insieme a Romina Mondello.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento