Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Ecco Contemporanemente Roma 2019: fino alla fine dell'anno oltre trenta eventi in giro per la città

Luca Bergamo ed Eleonora Guadagno raccontano la quarta edizione di Contemporaneamente Roma, in programma fino al 31 dicembre

 

Al via la quarta edizione di Contemporaneamente Roma. Fino al 31 dicembre saranno 36 i progetti che, risultati idonei al bando comunale, porteranno “ a spesso” per la città l’arte in ogni sua forma: videomapping ed installazioni, reading, passeggiate, street art, e spettacoli. 

La manifestazione, promossa dallassessorato alla Crescita culturale di Roma Capitale, punta a trasformarsi in appuntamento fondamentale per la valorizzazione della produzione culturale contemporanea in città grazie alla partecipazione attiva di tutti e quindici i municipi e un sostegno da parte dell’amministrazione di un milione di euro. Raddoppiato rispetto alla passata edizione: “Questo perchè si voleva finanziare molti più progetti ed aumentare di conseguenza l’offerta, in ogni parte della città”, spiega Luca Bergamo, assessore alla Cultura e vice sindaco di Roma Capitale. “Altro aspetto importante è che il pubblico diventa anche protagonista e promotore - sottolinea Eleonora Guadagno, presidente della commissione capitolina alla Cultura -. Con Contemporamente si portano gli eventi sotto casa dei cittadini”.

L’edizione di quest’anno riserverà inoltre particolare attenzione alla ricerca della riqualificazione territoriale con molte iniziative dedicate alla reinterpretazione e alla ridefinizione di luoghi e spazi pubblici. Si costruirà su tutti i territori della città, attraverso l’utilizzo di forme d’arte e linguaggi differenti, una fitta rete di attività per i cittadini e con i cittadini che non solo produrrà risultati concreti di ridefinizione estetica dei territori ma anche una nuova forma di partecipazione attiva degli abitanti.

Per citarne alcuni, la decorazione delle campane per la raccolta del vetro nel quartiere di Torpignattara grazie all’impegno di 15 street artist chiamati a partecipare a Gau – Gallerie Urbane (5-17 novembre), a cura di Progetto Goldstein. Si vedranno le zone del Pigneto, dell’Acquedotto Alessandrino di Parco Sangalli e di piazza Malatesta trasformarsi in un museo a cielo aperto grazie alle installazioni luminose e alle videoinstallazioni inserite lungo un percorso costruito dal festival Rgb Light Experience – Roma Glocal Brightness (29-30 novembre, 1 dicembre) a cura di Luci Ombre Associazione Culturale, o si potrà assistere ad una vera e propria re-inaugurazione di un intero complesso edilizio, il Villaggio Olimpico, riletto grazie a due opere site-specific – Iailat di Iginio De Luca e Ordine nuovo di Fabrizio Cicero – proposte dall’Associazione di Promozione Sociale Villam (20–30 dicembre). Poi ancora “Telling Roma. Racconti dalla città invisibile” (1-14 dicembre) a cura dell’Associazione Culturale Roma Centro Mostre con i cittadini chiamati a partecipare ad un contest letterario. Installazioni, workshop, talk e dibattiti anche durante la terza edizione di Creature 2019 (22 novembre – 1 dicembre), il festival di creatività urbana ideato e curato da Open City Roma nelle strade e nelle piazze del VII Municipio.

Il programma è composto anche dalle iniziative dei principali enti e istituzioni culturali della città, come la Fondazione Cinema per Roma, la Fondazione Musica per Roma, Fondazione Romaeuropa, l’Accademia di Santa Cecilia, il Teatro dell’Opera, il Teatro di Roma e i Teatri in Comune, la Casa del Cinema, l’Azienda Speciale Palaexpo, l’Istituzione Biblioteche di Roma.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento