Tivoli come Parigi Versailles: ecco book Giardini Trenitalia

Tivoli come Parigi Versailles: ecco book Giardini Trenitalia

Raggiungere Villa Adriana e Villa d'Este con la stessa facilità con cui si raggiunge Versailles da Parigi, avere a disposizione 56 treni al giorno per arrivare al Giardino di Boboli, andare a visitare le Ville Pontificie intorno a Castel Gandolfo in 45 minuti dalla Capitale, calcolare due ore da Verona per fare una gita al Giardino Giusti. Da oggi i grandi giardini italiani si scoprono in treno grazie al nuovo Travel book dedicato al patrimonio botanico e urbanistico italiano raggiungibile con la rete di regionali e Frecce. 

Dopo quelle dedicate ai borghi e al mare, questa nuova guida nasce dalla collaborazione di Trenitalia con l'impresa culturale Grandi giardini italiani e mira a valorizzare questi luoghi, raggiungibili con il treno, "il mezzo di trasporto più ecologico, conveniente, sicuro e, grazie all'arrivo di nuovi treni, sempre più confortevole". 

Degli oltre 130 grandi giardini disseminati in 15 regioni e con oltre 8 milioni di visitatori l'anno, 22 sono facilmente raggiungibili con i treni regionali o con le Frecce e distano non oltre i 2 chilometri da una stazione ferroviaria. Così, per esempio, in Piemonte ci sono Isola Bella e Parco Pallavicino dalla stazione di Stresa, in Liguria Villa Ormond da Sanremo e Villa Grock da Imperia, in Lombardia Villa Necchi Campiglio e l'Orto botanico di Brera da Milano Centrale, mentre in Campania la Reggia di Caserta, in Sicilia l'Orto Botanico da Palermo e dalla Capitale Villa d'Este.

Sì, perchè i meravigliosi giardini distano poco più di un chilometro dalla stazione di Tivoli e circa 40 minuti da Roma Tiburtina, ma "è assurdo non potere avere un bacino d'utenza da paragonare all'asse Parigi-Versailles", ha osservato il direttore di Villa d'Este e Villa Adriana, Andrea Bruciati. "La mia azione sta volgendo alla tutela dei monumenti, ma anche allo sviluppo dell'area verde delle ville. Questa collaborazione tra Grandi giardini italiani e Trenitalia per uno sviluppo più naturale possibile e' importante- ha aggiunto- perchè crediamo fortemente che per avere un turismo consapevole e intelligente bisogna proporre un altro tipo esperienza, un approccio morbido rispetto a cui il treno e' il mezzo fondamentale". 

Un punto di vista condiviso anche da Trenitalia, che nel 2017 ha visto crescere di quasi 5 punti percentuali rispetto al 2015 i viaggi nel tempo libero sui treni regionali, portando a quota 26,5% i clienti che viaggiano per piacere. "Il nostro ruolo e' far andare i viaggiatori anche nei luoghi più distanti dal centro della città, e il trasporto regionale ha un ruolo fondamentale per il turismo nel nostro Paese- ha tenuto a dire Serafino Lo Piano, responsabile Sales long haul Trenitalia- Contiamo 65 milioni di passeggeri ogni anno e oltre 430 treni ogni giorno, e con il nostro network aziendale, che include piu' di 6.500 punti vendita in Italia e oltre 18mila all'estero, Trenitalia darà spinta e visibilità all'iniziativa".

Le destinazioni dei Grandi giardini italiani saranno promosse sia sugli schermi delle self-service regionalizzate sia sul palinsesto video a bordo dei treni regionali, mentre a tutti gli abbonati regionali Trenitalia e ai possessori di corsa semplice sara' riservato uno sconto di 3,5 euro sull'acquisto della guida (10,50 euro anzichè 14), che oltre a tutte le informazioni per organizzare il viaggio, contiene anche cenni storici e curiosita' sui 22 luoghi da fiaba. 

"Vogliamo fare filiera con chiunque fa turismo in Italia, ma vogliamo che sia un turismo sostenibile- ha spiegato Judith Wade, presidente Grandi giardini italiani- Bisogna avere etica, non possiamo danneggiare il nostro patrimonio e i comuni che lo ospitano. Vogliamo i treni per togliere le macchine dalle cittadine che spesso vengono invase nei week-end. Per questo, speriamo che tra due anni avremo collegato tutti i nostri giardini con i treni". 

In attesa dei prossimi Travel book dedicati a Siti Unesco, Parchi e itinerari naturalistici, Wellness location e neve, la guida sui Giardini "è la realizzazione di un sogno- ha detto infine Maria Annunziata Giaconia, direttore Divisione passeggeri regionale- La squadra regionale di 6.500 treni al giorno è una macchina molto complessa che abbiamo voluto migliorare prima di proporci ai nostri partner. Abbiamo fatto dei miglioramenti, non siamo ancora del tutto soddisfatti, ma e' una sfida continua e ci riteniamo oggi piu' degni di portare avanti questi progetti".

Fonte Agenzia Dire

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Arbitro aggredito a San Basilio, parla l'ex ultrà della Lazio: "Così ho salvato Riccardo Bernardini"

  • Politica

    Roma come Napoli, Grancio con De Magistris: ecco la delibera su "gli orribili non luoghi"

  • Politica

    Raggi, il week end della purificazione: assoluzione e referendum flop rafforzano la sindaca

  • Attualità

    Referendum tpl, il giorno dopo: "Raggi e Meleo indecenti. Atac ancora a rischio fallimento"

I più letti della settimana

  • Roma, terremoto in provincia di Rieti: scossa avvertita nella Capitale

  • Manifestazione contro il razzismo a Roma: strade chiuse e bus deviati

  • Incidente via Portuense: maxi carambola, auto finisce sopra una seconda vettura

  • Referendum Atac, a Roma domenica 11 novembre si vota: tutto quello che c'è da sapere

  • Referendum Atac, i risultati: quorum non raggiunto. Netta l'affermazione del sì

  • Raggi assolta, Di Maio esulta: "I giornalisti infimi sciacalli, cani da riporto di Mafia Capitale"

Torna su
RomaToday è in caricamento