Rai, bimbi giornalisti e tecnici per un giorno al Macro di Testaccio

Fino al 26 novembre all’interno del RomaEuropa Kids il laboratorio Rai per scoprire i segreti di tv e radio

Imparare come si realizza un programma, scoprire come funziona una telecamera, condurre un telegiornale. Al Macro di Testaccio diventa un gioco da ragazzi grazie a Rai Porte Aperte, un laboratorio di regia e conduzione televisiva per giovanissimi tra i 5 e i 15 anni aperto tutti i weekend fino al 26 novembre all’interno del RomaEuropa Festival KIDS negli spazi della Pelanda (piazza Orazio Giustiniani, 4).

Dall’avvio del progetto lo scorso 11 novembre oltre 200 ragazzi si sono cimentati a “fare radio e televisione”: ad accoglierli un vero e proprio studio televisivo con telecamere, microfoni e una postazione per il montaggio live in tutto e per tutto simile a quella delle vere dirette tv. Tra i mixer - a svelare i trucchi del mestiere - i tecnici Rai della direzione Produzione Tv di Roma, che insegnano a mettere a fuoco, realizzare il giusto taglio, scegliere le immagini, aggiustare i livelli. Il laboratorio è aperto sabato e domenica fino al 26 novembre dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 18. Per partecipare è preferibile (ma non necessario) registrarsi all’indirizzo info.porteaperte@rai.it.

Una full-immersion nella tv e nella radio che educa e diverte, a giudicare dai post-it lasciati dai ragazzi sulla bacheca della Pelanda. “E’ stata un’esperienza unica nel suo genere, me lo ricorderò quando dovrò scegliere il mio lavoro da grande”, ha detto Emma, che sogna di fare la giornalista. “Se quando sarò grande esisteranno ancora le tv io le riciclerò rendendole ancora più tecnologiche”, commenta Riccardo, guardando con creatività al futuro. E Ilaria spera “che la nostra insegnante possa portarci negli studi Rai”. 

Auspicio destinato a diventare realtà, con pochi semplici click: il laboratorio è parte di un più grande progetto - operativo dall’inizio del 2017 e ideato dalla direzione Comunicazione Rai - che apre le porte delle sedi e dei centri di produzione Rai di tutta Italia agli studenti di ogni età. Tramite il sito www.rai.it/porteaperte gli insegnanti delle Scuole dell’infanzia e delle Scuole Primarie e Secondarie di I e II grado possono scegliere l’attività in linea con il piano didattico e candidare la propria classe. Anche gli studenti universitari potranno inviare la propria candidatura per tirocini in azienda, se in linea con i requisiti richiesti.

“Rai Porte Aperte rappresenta un ponte verso il futuro” spiega il Direttore della Comunicazione Rai Giovanni Parapini. “Dall’avvio del progetto circa 2mila bambini e ragazzi hanno fatto visita ai nostri centri di produzione in tutta Italia. Per la Rai è anche una grande opportunità: coinvolgere nella formazione dei giovani e dei giovanissimi le grandi professionalità del servizio pubblico, svelando i segreti della ‘scatola magica’ e creando trasmissione di sapere”. Nel corso di quest’anno a viale Mazzini sono arrivate circa 1000 domande dei tirocinio, mentre oltre 100 sono i progetti di alternanza scuola-lavoro ricevuti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento