Ilaria Cucchi guerriera: Jorit celebra la sorella di Stefano con un murale a Napoli

Lo streer artist napoletano ha terminato il proprio lavoro all'Arenella, quartiere periferico del capoluogo partenopeo

Il murale di Jorit su Ilaria Cucchi

Un murale rappresentante Ilaria Cucchi come una guerriera, nel tipico stile di Jorit, street artist napoletano. L'immagine della sorella di Stefano è stata realizzata all'Arenella, quartiere periferico di Napoli, ed è stata terminata lo scorso 12 aprile, il giorno dopo in cui un carabiniere, al processo per la morte del fratello di Ilaria, ha ammesso che il ragazzo è stato pestato a morte dai militari. "Non poteva esserci giorno migliore per terminare questo murale", il pensiero di Napoli Direzione Opposta. 

Murale di Ilaria Cucchi realizzato da Jorit 

Proprio il murale in questione è costato a Jorit un'aggressione verbale, alcuni giorni prima, ad opera di un consigliere municipale di Fratelli d'Italia, il quale si poi è detto – una volta ritrovatosi nell'occhio del ciclone – "pronto a scusarsi pubblicamente con l'artista" (qui la notizia su NapoliToday). 

Ilaria Cucchi guerriera all'Arenella 

Ilaria Cucchi ha apprezzato l’opera, e le ha dedicato un post sulla propria pagina social. "Chi ha dipinto questo murales è stato aggredito per averlo fatto. Questa è l’immagine di ciò che ho dentro. Siamo sfiancati da 9 anni di maratona processuale. Al Comandante Generale dell’Arma dico che voglio bene ai Carabinieri ma proprio per questo chiedo che vengano premiati coloro che hanno parlato e severamente puniti coloro che l’hanno infangata depistando, coprendo e minacciando. Senza se e senza ma. Nessuno sconto. Adesso". (da NapoliToday). 

Opere di Jorit a Roma

Street artist conosciuto oltre i confini nazionali, Jorit ha lasciato il segno anche al Trullo, dove questa estate ha terminato un murale dedicato a "Il Campione", pellicola cinematografica girata proprio per le strade del popoloso e popolare quartiere del Municipio Arvalia.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Visto che ci siamo, direi pure A Carlo Giuliani, direi anche a toto Riina in fin dei conti era malato pure lui e detenuto e lo stato si è accanito non lasciandolo morire a casa tra i familiari... Ma l ha lasciato morire in ospedale piantonato

Notizie di oggi

  • Ostia

    Ostia: fratelli coltelli, FdI si sgretola nel X Municipio. Tre consiglieri passano alla Lega

  • Politica

    Ama: dalla crisi in azienda, ai cumuli di rifiuti in strada. Ora è rischio emergenza

  • Cronaca

    Talenti: donna trovata morta con lo scotch sulla bocca, disposta l'autopsia

  • Cronaca

    Largo Preneste: il pittore Umberto Ranieri resta gravissimo. Caccia al colpevole

I più letti della settimana

  • Sciopero degli studenti per il clima: il 15 marzo in piazza per Friday for Future

  • Ciclista morto sui binari del tram: addio a Valerio Nobili, medico luminare del Bambino Gesù

  • Borghesiana: sorpasso azzardato con l'auto rubata, cinque feriti. Tre sono gravi

  • Paura a Grottaferrata: bus Cotral finisce in una scarpata. Sette feriti

  • "No a perquisizioni razziste sul bus": il cartello sulle pensiline Atac contro le forze dell'ordine

  • Ora legale nel 2019: quando spostare le lancette

Torna su
RomaToday è in caricamento