Gina Lollobrigida racconta la sua Dolce Vita a Castel Romano: "I paparazzi erano una risorsa, un po’ li sfuggivo un po’ li aiutavo…"

La splendida diva, musa internazionale del nostro grande Cinema, ha incontrato il pubblico nel Designer Outlet romano e ha festeggiato insieme al King dei paparazzi il successo della mostra "40 Scatti della mia Dolce Vita"

Un’ospite straordinaria ha festeggiato ieri sera il grande successo della mostra “40 scatti della mia Dolce Vita” assieme a Rino Barillari. La splendida Gina Lollobrigida, musa internazionale e icona del nostro grande Cinema, è stata guest star di Castel Romano Designer Outlet circondata dalle immagini che Barillari ha scattato ai più grandi divi di sempre, e dal grande affetto del pubblico.

L'arrivo di Gina Lollobrigida a Castel Romano

Gina Lollobrigida ha salutato il pubblico del centro McArthurGlen della Capitale, senza lesinare gli autografi, e ha fatto due chiacchiere sulla Dolce Vita e sullo stile di ieri e di oggi con il suo paparazzo del cuore” Rino Barillari, assieme alla giornalista e curatrice della mostra Antonella Piperno. Ospiti alla serata, l’amica e grande ammiratrice di Gina Nancy Brilli e Livio Beshir, dal Red Carpet della Mostra del Cinema di Venezia. 

Ai tempi della Dolce Vita l’Arte e la bellezza erano reali, emozionanti per il pubblico ma anche per chi li viveva da protagonista – ha raccontato Gina Lollobrigida – le dive erano poche, si riconoscevano e si rispettavano. I paparazzi erano una risorsa, un po’ li sfuggivo un po’ li aiutavo…ma Rino Barillari è sempre stato una persona squisita”.

Quando arrivava la Lollobrigida si bloccava l’Italia, ci voleva la polizia – ha ricordato Barillari – Avevamo i rullini, si scattava poco. Ma una sola immagine valeva di più delle 500 scattate oggi in digitale, tutte uguali. Il mio ricordo più caro? Quando incontravo Fellini, la mattina a via Veneto, e mi chiedeva in dettaglio i racconti della mia notte da paparazzo”.

"40 Scatti della mia Dolce Vita", la foto di Gina Lollobrigida 

La foto di Gina Lollobrigida esposta nella mostra la vede accanto a Rudolf Nurejev, in abito da sera e macchina fotografica appesa al collo.  Protagonista di oltre 60 pellicole, che l’hanno vista diretta dai più grandi registi internazionali, la grande attrice è stata il sex symbol che a Humphrey Bogart faceva dire: "in Europa GI-NA-LOL-LO-BRI-GI-DA sono le sette sillabe più famose".

Indimenticabili gli abiti disegnati per lei dalle Sorelle Fontana e da Roberto Capucci, che hanno dettato lo stile degli anni '50 e '60; oggi Gina si diverte a disegnare da sola i suoi outfit. Eclettica e infaticabile, l'attrice, fotografa, scultrice di Subiaco si diverte oggi come allora: madrina e protagonista indiscussa di Miss Italia nella prima serata di Rai1, si è dedicata al pubblico di McArthurGlen assieme al fotografo che più di tutti ha reso immortale la Dolce Vita.

gina e rino-2

Il successo della mostra di Rino Barillari

 “Siamo infinitamente orgogliosi del successo di questo progetto, e che sia con noi a celebrarlo la straordinaria Gina Lollobrigida – ha dichiarato Enrico Biancato, Centre Manager di Castel Romano Designer Outlet – è un segno evidente che  lo  stile della Dolce Vita ha lasciato una traccia indelebile nella moda, anche quella di oggi, e che le quaranta storie dei protagonisti del glamour che ci ha regalato Rino Barillari ci fanno rivivere quegli anni indimenticabili, nella cornice di una Roma meravigliosa”.

La mostra Rino Barillari, 40 scatti della mia Dolce Vita organizzata da McArthurGlen a Castel Romano Designer Outlet e curata da Antonella Piperno, nasce da una “selezione sentimentale” fatta assieme all’autore, dal suo sterminato archivio. Foto in bianco e nero che immortalano la magia di star americane come Frank Sinatra e Audrey Hepburn, dive nostrane come Anna Magnani e Sophia Loren, protagonisti dello spettacolo come Raffaella Carrà e Mina e teste coronate di passaggio nella Capitale come la splendida Grace Kelly. Scatti e anni da incorniciare, che nella moda hanno lasciato un’impagabile eredità, tramandandoci il transgenerazionale tubino nero, gli occhialoni da diva, il maglioncino a collo alto immortalato nella "Dolce Vita" di Fellini e subito diventato “il dolcevita”, un evergreen che ha attraversato baldanzosamente molti decenni.

Accanto al suo ritratto, le meravigliose immagini che Barillari, recentemente insignito del premio “Una Vita nel Cinema” alla Mostra del Cinema di Venezia, ha scattato ai più grandi divi di tutti i tempi, icone di glamour e di eleganza immortalate nella città eterna durante gli  anni d'oro della “Hollywood sul Tevere".

Grazie al grande successo di pubblico – oltre un milione di visitatori italiani e stranieri hanno visitato la mostra in soli tre mesi, la mostra “40 scatti della mia Dolce Vita” in cartellone a Castel Romano Designer Outlet è stata prorogata fino al prossimo 13 ottobre.

L'INTERVISTA A GINA LOLLOBRIGIDA

L'INTERVISTA A RINO BARILLARI

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

Torna su
RomaToday è in caricamento