Inaugurato il "Frutteto" nel parcheggio di Eataly: "Rimettiamo la biodiversità e la frutta antica e dimenticata al centro"

Lo scorso 16 aprile, Eataly e tutto il territorio dell'VIII Municipio hanno dato il benvenuto a 35 alberi da frutto rari (o dimenticati). Un parcheggio che "dà frutto" e che lancia un segnale importante a tutta la città

Il Frutteto per il quartiere nel parcheggio di Eataly

Ostiense dà il benvenuto al primo frutteto metropolitano. Ieri - 16 aprile - presso il parcheggio di Eataly è stato, infatti, inaugurato il "Frutteto per il Quartiere". Trentacinque alberi da frutto rari, preziosi, poco conosciuti, alcuni anche dimenticati (dall'azzuerolo al pioppo cipressino, dal melograno al melo cotogno) sono stati piantati nel parcheggio di Eataly Roma, inseriti in strutture di legno da usare come sedute di una piazza pubblica, per rompere il grigiore dell'asfalto e dare un segnale importante a tutto il quartiere e a tutta Roma.

Il "Frutteto per il quartiere" rappresenta un piccolo tassello di unione con il progetto Bee the Future, che Eataly ha lanciato circa un anno fa, con l'obiettivo di migliorare l'ecosistema e che, dopo l'inaugurazione del Prato fiorito delle biodiversità a Torino, giunge a Roma, appunto con uno speciale frutteto.

"Ospiteremo queste piante per 6 mesi - ha sottolineato Marcello Favagrossa (responsabile Eataly Europa) in occasione del taglio del nastro - per poi donarle a tante associazioni che se ne prenderanno cura e che andranno a piantumarle nei posti più utili e più belli di Roma. Dal nostro punto di vista il frutteto chiude un cerchio incentrato sul sostegno della biodiversità, sul sostegno degli insetti impollinatori e sull'aiuto alla produzione di frutta antica, un po' meno di moda che a noi interessa recuperare".

IMG_20190416_182559-2

Il frutteto è stato realizzato da Zappata Romana, associazione nata nel 2010, impegnata a diffondere best practice riguardanti orti e giardini condivisi: "Questo è un piccolo passo che ci indica la giusta direzione - ha detto Luca D'Eusebio, responsabile di Zappata Romana - pochi metri quadrati di grigio che danno un segnale. Roma ha tanti problemi, ma anche tante persone che lavorano con impegno per curare aree verdi, per creare orti condivisi, spazi di socialità ed era importante che una realtà come Eataly desse un segnale di incoraggiamento per ripagare l'impegno e la dedizione che queste persone ci mettono".

Tra i partner del "Frutteto per il quartiere" di Eataly c'è anche Bmw che è intervenuta finanziariamente per sostenere il progetto e che durante tutta la settimana dell’inaugurazione sarà presente nel parcheggio di Eataly dando la possibilità ai visitatori di usufruire del test drive di alcune vetture della gamma BMW ibride ed elettriche.

Inoltre, sia il Parco Regionale dell'Appia che il Municipio Roma VIII hanno manifestato il loro apprezzamento per il progetto, concedendo il patrocinio all'iniziativa: 

"Sugli alberi sono presenti dei cartellini con i nomi di alcune scuole del territorio che saranno tra i beneficiari della iniziativa - ha detto Amedeo Ciaccheri, presidente del Municipio VIII - questo è un piccolo gesto, un segnale importante in un municipio che di spazi verdi ne ha bisogno. Vogliamo lavorare in squadra con chi sul territorio si occupa della rigenerazione e della trasformazione sostenibile del territorio, dando una chiave di lettura che fa della comunità territoriale il perno centrale. Poi con il Parco dell'Appia Antica all'interno del Municipio - ha proseguito Ciaccheri - non potevamo che essere educati a questo. Credo che sia un punto d'esordio, questo, della nostra collaborazione con Eataly". 

IMG_20190416_190511-2
Da sinistra Marcello Favagrossa (Eataly), Luca D'Eusebio (Zappata Romana) e Gianluca Durante (Bmw)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

Torna su
RomaToday è in caricamento