Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Ecco “Fidenae alla Porta di Roma”, primo museo all’interno di una galleria commerciale

Presentato oggi, lunedì 21 gennaio, la sala museale allestita all’interno del centro commerciale Porta di Roma con i reperti archeologici rinvenuti durante gli scavi

 

Un grande mosaico, i reperti archeologici, una descrizione dettagliata di quello che sorgeva qui allora. E’ Fidenæ alla Porta di Roma, lo spazio espositivo allestito all’interno della galleria commerciale che porta il medesimo nome. I suoi preziosi reperti archeologici, rappresentano “una nuova tappa di una politica culturale promossa dalla Soprintendenza Speciale di Roma - spiega il direttore Francesco Prosperetti - la restituzione alla città e ai cittadini del loro passato, anche nei territori periferico come questo”.

Il progetto nasce dalla collaborazione tra Soprintendenza, galleria Porta di Roma e la società H501, che lo ha sviluppato e coordinato.  I reperti in mostra sono il risultato di numerose campagne di scavi, di archeologia preventiva e di ricerca che hanno interessato per oltre venti anni l’area tra via delle Vigne Nuove, il Raccordo Anulare, il quartiere di Colle Salario e il viadotto dei Presidenti.

Nello spazio espositivo di Porta di Roma, ai raffinati mosaici di una antica stazione di posta, la mansio, e alle decorazioni, sono affiancati anche manufatti di vita quotidiana, depositi votivi, corredi funerari. Reperti che dal IV secolo a.C. arrivano al III d.C., dando una immagine di lunga durata del passato di un’area che ha visto fiorire un centro come l’antica Fidenæ, poi divenuta parte dei territori romani e che godette della fastosità dell’impero.

Inaugurazione al pubblico prevista per sabato 26 gennaio. Lo spazio inizialmente sarà aperto ai visitatori esclusivamente nei weekend dalle 12 alle 20, nel corso della settimana verranno invece attivate delle giornate speciali dedicate agli alunni delle scuole di Roma.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento