Felice a Testaccio apre a Milano

I lavori alla location sono partiti. Ci saranno 85 coperti

"L'unica cosa bella de Milano è er treno pe Roma". Il proverbio, abusato dai campanilisti della Capitale, andrà a breve aggiornato. Infatti aprirà a breve a Milano (l'indiscrezione di Scatti di gusto poi è stata confermata) un tempio della cucina romana, da Felice a Testaccio. Non c'è ancora una data ufficiale, ma potrebbe essere entro qualche settimana, entro l'inizio di novembre. I lavori alla location sono partiti. Ci saranno 85 coperti.

"Attenzione per la materia prima, rispetto della tradizione, una cucina, due città, stessa qualità degli ingredienti, che non cambia dal 1936. Presto in via del Torchio, 4 Milano", scrive lo storico ristorante della capitale in un annuncio su Fb. Il locale a Roma è un vero e proprio santuario di cucina popolare e tradizionale: la cacio e pepe e la gricia, la carbonara e i bucatini alla amatriciana; e poi saltimbocca, abbacchio al forno, involtini al sugo.

Con le ricette di sempre, quelle di Felice Trivelloni, capostipite di una famiglia di ristoratori oggi arrivata alla quarta generazione. Scrive il Gambero rosso:

Da Felice mangiano i romani, ma anche tanti turisti e stranieri in visita alla città, il viavai è continuo - “e costante anche negli ultimi anni, quelli più difficili” racconta l'erede Franco Trivelloni - sette giorni su sette. E così la voglia di rischiare porta buone novità per tutti: “Da qualche anno avevamo in mente di provarci all'estero, magari in America. Ma ci siamo resi conto delle difficoltà: tanti c'hanno provato, e tanti si sono fatti male. E rivalutato le prospettive: Milano ci è sembrata la scelta migliore”. Quindi Felice apre a Milano - “saremo pronti entro gli ultimi dieci giorni di ottobre, stiamo ultimando i lavori” - in via Del Torchio. “Abbiamo scelto una zona centrale, per raccogliere un bacino ampio, milanesi e turisti. Non è stato facile trovare il locale giusto, ma questo spazio ci permetterà di lavorare in modo molto simile a quanto facciamo a Roma”.

Il menu sarà lo stesso, per la gioia di tanti clienti milanesi che da tempo, in visita a Roma, chiedevano di aprire al Nord. “Milano è una buona opportunità commerciale, c'è un'organizzazione migliore, un'educazione civica diversa. La città ha preso molta spinta negli ultimi anni, ci sono già 5 o 6 insegne di cucina romana, ma c'è posto per tutti”, spiegano dal ristorante. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Federico Tomei morto in un incidente: calcio laziale in lutto per la perdita del 22enne

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

  • Incidente in via Casilina, schianto all'alba con la Smart: muore un ragazzo di 22 anni

Torna su
RomaToday è in caricamento