CirCuba conquista il Vaticano: il Papa incontra gli artisti caraibici

Nella sala udienze del Vaticano è stato allestito un mini show dagli artisti del CirCuba. Papa Francesco: "Continuate a portare il vostro sorriso ai bambini di tutto il mondo"

Acrobati, ballerini, musicisti. Dal tendone a strisce di viale dell'Oceano Pacifico, una delegazione di circensi si è recata in Vaticano. Non per una semplice visita guidata. A riceverli, nella sala udienze Paolo VI, hanno infatti trovato Papa Francesco.

Il ritorno del CirCuba

Gli artisti cubani di stanza all'Eur, venuti a Roma per festeggiare i 50 anni di CirCuba, hanno regalato attimi di gioia al Pontefice, allestendo un mini show di arte circense. Una buona parte del repertorio che i cubani mettono in scena rigorosamente senza animali è stato portato nella stanza dedicata alle udienze private del Santo Padre.

Il coinvolgimento del Santo Padre

Canti, balli ed evoluzioni acrobatiche hanno entusiasmato il Papa, che si è divertito a giocare anche un con giovane clown.  "Vorrei prenderti quel naso rosso mi piace molto - ha dichiarato il pontefice, mimando il gesto di strapparlo dal naso del pagliaccio - fa ridere il mondo”. Durante l'esibizione, il Santo Padre si è lasciato coinvolgere ed ha indirettamente partecipato allo show facendo roteare un pallone sul dito d'una mano. “Siete tutti bellissimi – ha detto agli artisti il pontefice argentino – il vostro ritmo, la vostra allegria, le vostra energia fa bene a tutta la comunità continuate a portare il vostro sorriso ai bambini di tutto il mondo, grazie di essermi venuti a trovare”.

Il cinquantenario del circo caraibico

Per il secondo anno consecutivo il circo cubano è stato allestito all'Eur,e più precisamente all'angolo tra via Cristoforo Colombo e viale dell'Oceano Pacifico. Gli artisti caraibici festeggiano nel Pentagono, con uno spettacolo portato in giro per il mondo, il cinquantenario dalla loro fondazione. Nel 1968 Fidel Castro, lider maxìmo dei cubani, aveva nazionalizzato il mondo del circo, inaugurando lo spettacolo itinerante. Nacquero così quelle palestre, poi divenute scuole, che hanno formato migliaia di artisti. A Roma sarà possibile apprezzarli fino al 20 gennaio. Poi il tendone dipinto con colori e simboli della bandiera cubana, lascerà il paese.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

Torna su
RomaToday è in caricamento