giovedì, 31 luglio 23℃

←Tutti gli eventi

Simple Minds in concerto a Rock in Roma 2012

Redazione 14 maggio 2012

Presso Ippodromo delle Capannelle Dal 27/07/2012 Al 27/07/2012

Sul palco “Orion red stage” del festival, il 27 luglio, i SIMPLE MINDS saranno i protagonisti di uno strepitoso live di oltre due ore e mezza: “5X5”, questo è il titolo dell’evento, in cui la band scozzese riproporrà 5 successi per ciascuno dei primi 5 album, partendo dal primo, celeberrimo “Life in a Day”.

Le prevendite saranno disponibili a partire dalle 12 di giovedì 29 marzo su Ticketone (www.ticketone.it) e da lunedì 2 aprile nei circuiti di prevendita ufficiali del Rock in Roma 2012.

ROCK IN ROMA 2012: IL PROGRAMMA

Il costo del biglietto è di 30 Euro + 4,50 dp.


Una delle rock band più amate, che da sempre ha un grande feeling con il pubblico italiano. Nati sul finire degli anni ’70 ed esplosi a livello mondiale negli anni ’80, gli scozzesi SIMPLE MINDS hanno scritto alcune tra le migliori pagine della storia del rock, diventando dopo l’uscita del capolavoro “New Gold Dream” (1982), vero e proprio inno “new wave”, contendendo le copertine dei magazine con gli U2, cui venivano sempre affiancati e paragonati.


Lo scorso febbraio sono stati in Italia per un’unica data all’Alcatraz di Milano, ora, visto il grande successo, la band di Jim Kerr, vera icona rock, torna in Italia in estate inseguendo il successo dello speciale evento “5X5”. Per l’occasione la band ha pubblicato a febbraio, per la “Emi Music”, uno speciale cofanetto, “X5 Box Set”, contenente i primi 5 dischi rimasterizzati e del materiale inedito, che include rarità, b-sides e remixes.


Da “Life In A day” a “Real To Real Cacophony”, da “Empire And Dance” a “Sons And Fascination/Sister Feelings Call” fino a “New Gold Dream (81, 82, 83, 84)”, una carrellata di successi anni ’80 che hanno fatto la storia della band e che proprio nel 2012 celebra il 30° anniversario. Realizzati nel prolifico periodo tra il 1979 ed il 1982, questi 5 album hanno avuto un forte impatto culturale, attraversando il periodo di maggiore fertilità musicale ed influenzando in modo massiccio sia la scena electro new wave di fine anni Settanta sia la dance revolution degli anni Ottanta e Novanta. Da Manic Street Preachers fino ai più recenti The Horrors: sono molte le band che fanno riferimento al sound dei SIMPLE MINDS, le cui contaminazioni sonore hanno scritto la storia del rock degli ultimi 35 anni.


“One of the great things about playing these festivals is that it lets us get in front of younger generations and we have to get up there and prove that our music’s timeless, that it’s got something for all ages and that the power and hopefully the authenticity of the music will strike a chord with people who haven’t witnessed Simple Minds before or don’t know much about us” – Jim Kerr.

Commenti

    Tutte le location di Roma