Concertone in tono minore, ma il pubblico non diserta: in 700.000 a Piazza San Giovanni

Un evento, quello del 2014, povero di contenuti che passerà alla storia per l'attacco di Piero Pelù al premier Renzi, definito "boy scout di Licio Gelli

Settecentomila persone, più disoccupati che occupati secondo un rapido e ironico sondaggio effettuato a inizio concerto da Dario Vergassola. Se il cast del concertone lasciava a desiderare, così non è stato per il pubblico che comunque non ha disertato il consueto appuntamento di Piazza San Giovanni. Un evento, quello del 2014, povero di contenuti che passerà alla storia per l'attacco di Piero Pelù al premier Renzi, definito "boy scout di Licio Gelli".

La lunga maratona si è aperta con le band emergenti del contest 1Mfestival. Poi a riscaldare la folla sono arrivati i Modena City Ramblers con il loro omaggio a Peppino Impastato. Poi sono saliti sul palco Francesco Di Bella, Velvet, Taranproject e Daniele Ronda, Levante, Agricantus, Statuto, Kachupa, P-funkin band, Riccardo Sinigallia.Tra le curiosità di quest’anno, la presenza nel backstage riservato alla stampa, per la prima volta, di una troupe cinese dell’agenzia di stampa Xinua. Secondo gli organizzatori 700 mila le persone presenti a piazza San Giovanni. Il numero sarebbe in crescita rispetto alla scorsa edizione, funestata però dalla pioggia.

PELU' - Piero Pelù si è scatenato durante la sua performance sul palco. "Gli F35 rubano i soldi a scuole e ospedali. Non vogliamo elemosine da 80 euro, vogliamo lavoro", ha attaccato il rocker fiorentino. "Il non eletto, ovvero sia il boyscout di Licio Gelli - ha continuato Pelù - deve capire che in Italia c’è un grande nemico, un nemico interno che si chiama disoccupazione, corruzione, voto di scambio, mafia, camorra, `ndrangheta. La nostra è una guerra interna, il nemico è dentro di noi, forse siamo noi". Pelù si scaglia anche contro la guerra "gli unici cannoni che ammetto sono quelli che dovrebbe fumarsi Carlo Giovanardi".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento