homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius epifaniacarnevalesan-valentinofesta-donnafesta-papapasqua1-maggiofesta-mammaferragostohalloweennatalecapodannochildrenlocation-maps

← Tutti gli eventi

Teatri

Come son nervoso al Napul'è Ristoteatro

Dal 19/02/2016 al 20/02/2016

Venerdì 19 e Sabato 20 Febbraio 2016
Ritorna a grande richiesta il noto cantante chitarrista Carluccio Claudio che presenterà il suo nuovo spettacolo
" COME SON NERVOSO"

Risate e buon cibo sono gli elementi principali per restare in ottima salute!!!
Menù alla carta. Specialità di Pesce. Ottima Pizza napoletana d.o.c.
Mica è facile provocare una risata. Stimolare, alludere sessualmente, dire e non dire. Non serve soltanto il talento scenico, però. Mai come in questo caso veramente è legittimo dire che ci vuole il fisico. Magari senza essere brutti, ma almeno con una faccia irregolare, un po' di pancetta, qualche minima dote ginnica. Per esempio la capacità di roteare il bacino, di agitare i gomiti e molleggiare il collo. Di sapersi travestire. Sennò a guardarti in palcoscenico la gente non si diverte per niente.
La Macchietta va da Nicola Valente a Nicola Maldacea, da Bernardo Cantalamessa (autore della prima incisione documentata dal mercato discografico: guarda caso, "' A risa") a Trilussa e Ettore Petrolini; passando per le star Egidio Pisano - Giuseppe Cioffi, Roberto Murolo, Libero Bovio, Nino Taranto ("Io, mammeta e tu") e di Renato Carosone ("Tu vuò fa l' americano"). L' excursus canoro si delinea attraverso le figure di Ferdinando Russo, Armando Gill ("Villeggiatura a Capri") e Aniello Califano, e i ritrovi di fine Ottocento. Ispirati dalla dolce vita parigina, anche i signori di Napoli si intrattenevano nei caffè chantant, nei tabarin, e nello storico Salone Margherita, regno di ammalianti sciantose, e di mosse d' anca alla Ninì Tirabusciò.
Qui il doppio senso geniale diventa assoluto testamento letterario: "M' aggia curà", "Agata", "' A casciaforte", "La cammesella", "' A tazza ' e cafè". "Il tramviere", "E non sta bene", "Cupido questo ti fa", "Sciasciarella". Ancora, "I due gemelli", "Paris Canaille" (eseguita sulle musiche di Léo Ferrè"); "Fatte fa ' a foto", e per finire "Canto malinconico", versi e ritmo scritti di recente da Gianni Mauro dei Pandemonium e Vittorio Marsiglia per tenere ancora aperta
nell' epoca dello pseudocomico trash televisivo una porta alla cara amica macchietta.
Per informazioni chiamare il cell.3491714621
GLI #SPETTACOLI DAL VIVO SONO #GRATUITI. #musicanapoletana
foto di Ristorante Napul'è - La cucina napoletana a Roma.

Mappa
Viale Giulio Cesare, 89 · Roma Prati


Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Eventi Popolari

    • Eventi

      Banksy a Roma: 150 opere a Palazzo Cipolla

    • Eventi

      Lungo il Tevere Roma 2016

    • Eventi

      Barbie.The Icon: la mostra al Vittoriano

    • Eventi

      Caravaggio Experience al Palazzo delle Esposizioni

    Torna su
    RomaToday è in caricamento