← Tutti i film

A Bug's Life - Megaminimondo

A Bug's Life - Megaminimondo

  • Titolo Originale: A BUG'S LIFE
  • Anno: 1998
  • Durata: 93
  • Data di Uscita: 12/02/1999
  • Genere: Animazione
  • Regia: John Lasseter, Andrew Stanton
  • Sceneggiatura: Andrew Stanton, Bob Shaw, Don McEnery
  • Paese di produzione: USA
Attori
  • Dave Foley, Hayden Panettiere, David Hyde Pierce, Joe Ranft

Ogni anno una colonia di formiche è costretta a versare un ingente tributo di cibo alle cavallette, prima dell'arrivo dell'inverno. Flik è una di queste formiche a cui piace inventare nuovi macchinari e oggetti, ma molto spesso provoca danni. Per questo è malvisto da tutte le formiche, ad eccezione della piccola principessa Dot, l'unica ad apprezzarne le invenzioni. Poco prima che le cavallette capeggiate dal terribile e crudele Hopper arrivino, lui, a causa di in un incidente generato da uno dei suoi marchingegni, sbilancia la foglia dell'offerta di cibo facendo cadere tutto in un fiume. Hopper, arrabbiato per l'accaduto, fa ricadere la responsabilità di tutto sulla giovane principessa Atta, e concede poco tempo (l'intera estate) alle formiche per raccogliere il doppio dell'offerta in cibo. E annuncia che le cavallette torneranno a fine stagione, quando sarà caduta l'ultima foglia. Flik viene quindi sottoposto ad un processo da parte del "Consiglio superiore" presieduto dalla principessa Atta; ma anziché scontare una pena, si offre volontario per andare a cercare altri insetti per combattere le cavallette. La principessa Atta all'inizio è scettica ma poi accetta, convinta che l'assenza di Flik sia perfetta per evitare altri danni. Flik allora parte per la "città", dove incontra in una sorta di bar uno sgangherato gruppo di insetti da circo appena licenziati dal loro capo P. T. pulce. Gli insetti stavano inscenando una parte di un combattimento tratta da Robin Hood, e Flik ingenuamente li scambia per guerrieri e li arruola (loro erano invece convinti di dover semplicemente esibirsi). Tra questi: Heimlich, un bruco sul punto di diventare farfalla; Francis, una coccinella; Tuck & Roll, una coppia di onischi; Rosie, una tosta e materna vedova nera; Dim, uno scarabeo rinoceronte; Stecco, un insetto stecco e una coppia formata da Manty, una mantide religiosa e da Gypsy, una vera farfalla. Arrivato alla colonia, Flik scopre l'amara verità e si arrabbia con gli insetti per non avergli detto subito che cosa erano realmente. Loro per tutta riposta se ne vanno, ma proprio in quel momento un uccello che vive nei pressi dell'isola delle formiche semina il panico e nella confusione Francis (che aveva salvato Dot) si ferisce e deve essere curata. Nel frattempo allora Flik illustra alla principessa il proprio progetto elaborato insieme agli insetti da circo: costruire un finto uccello con rami e foglie, che dovrà essere sollevato, nascosto nell'albero e tirato fuori al momento di spaventare le cavallette. L'uccello viene completato, ma durante i festeggiamenti per la costruzione dell'uccello, arriva all'isola delle formiche P.T. Pulce (scambiato per le cavallette da chi era di vedetta), che rivela alle formiche chi erano in realtà quegli insetti. Flik viene cacciato via dall'isola per aver mentito alla colonia (l'unica davvero triste è Dot), e proprio in quel momento cade l'ultima foglia. In un giorno di nebbia, arrivano davvero le cavallette e Hopper scopre che le formiche hanno raccolto poco cibo: furioso di ciò, si trasferisce nel formicaio schiavizzando tutte le formiche. Intanto Flik, esiliato con i membri del circo, viene informato da Dot dell'accaduto (e del fatto che Hopper voglia uccidere la regina) e torna alla colonia con il seguente piano: gli insetti del circo si esibiscono davvero in uno spettacolo per distrarre le cavallette, e nel frattempo Flik, Dot e le amiche di Dot azionano l'uccello per spaventare le cavallette ma il tentativo fallisce quando P. T. manda in fiamme il fantoccio credendo si tratti di un vero uccello. Hopper allora se la rifà con Flik, reo confesso, ma quest'ultimo con un carismatico discorso rivolto ad Hopper, convince le formiche a ribellarsi: la maggior parte delle cavallette scappa, mentre Hopper viene messo al cannone. Ma proprio in quel momento comincia a piovere e le formiche corrono nel formicaio per mettersi in salvo. Hopper ne approfitta allora per catturare Flik, ma quest'ultimo viene salvato grazie all'intervento della principessa Atta. Hopper insegue i due fino al nido del vero uccello. La cavalletta, credendo che si tratti di un'altra montatura, non pensa a fuggire e quando se ne accorge è troppo tardi. L'uccello lo cattura e lo dà in pasto ai suoi figli. Il giorno successivo è il momento dei saluti: P.T. propone a Flik di far parte della troupe, ma Flik rifiuta poiché considera l'isola come casa propria. Avviene uno scambio di doni fra gli insetti e le formiche (e alla fine l'apporto della troupe circense si è rivelato fondamentale per sconfiggere le cavallette), e Flik riceve da tutta la colonia un grande applauso per ciò che ha fatto. La principessa Atta viene quindi incoronata come nuova regina. E nel mentre che la troupe se ne va, le formiche utilizzano l'invenzione di Flik tanto criticata all'inizio per fare con i gambi delle piante una sorta di "fuochi d'artificio".

I più visti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Film popolari

Torna su
RomaToday è in caricamento