Barry Lyndon nella riduzione teatrale di Sepe al Teatro Tor Bella Monaca

Barry Lyndon, il creatore di sogni, liberamente tratto dal romanzo di William Makepeace Thackeray, dal 16 al 18 novembre.

Al Teatro Teatro Tor Bella Monaca dal 16 al 18 novembre approda Giancarlo Sepe con BARRY LYNDON, trasposizione del romanzo di William Makepeace Thackeray, dal quale Stanley Kubrick ha tratto uno dei suoi capolavori, una produzione Teatro di Roma/Teatro Nazionale con Teatro La Comunità 1972. Con Massimiliano Auci, Sonia Bertin, Mauro Brentel Bernardi, Gisella Cesari, Silvia Como, Tatiana Dessi, Vladimir Randazzo, Federica Stefanelli, Giovanni Tacchella, Guido Targetti, Gianmarco Vettori e con Pino Tufillaro.
Una lezione “sull’arte della vita”, prendendo a pretesto il protagonista dell’opera che, da povero a ricco aristocratico, subisce la scalata sociale alle soglie della Rivoluzione Francese.
“Questo mio Barry Lyndon – afferma Giancarlo Sepe- prende le sue emozioni dal grande film di Kubrick. Il romanzo di Thackeray è servito a delineare caratteri, situazioni, indicare paesaggi e storie a noi lontane, ma forti e indimenticabili. Nella trasposizione teatrale ancora di più ci si vuole avvicinare alla favola nera che racconta la vita avventurosa tra amori e guerre del signor Redmond Barry di Barry du Barry, discendente dai re d’Irlanda, così dice sfrontatamente al momento di arruolarsi il protagonista. Egli mente, come gli capitò spesso nella sua vita, e difende le sue menzogne con tutto il suo corpo. Come un capitan fracassa si getta nella rissa, e da sprovveduto lottatore, le prende da tutti”.
Dal romanzo alla trasposizione teatrale, Giancarlo Sepe porta in scena dal film del 1975 di Kubrick le emozioni e dall’opera picaresca di Thackeray le situazioni, dirigendo dodici attori nella favola nera di Redmond Barry di Barry du Barry, un uomo “che da povero è voluto diventare un capriccioso ricco aristocratico, nel momento sbagliato, nell’ora in cui cadono le teste dei vanitosi ricchi aristocratici. È un uomo che non sa di storia e che da sprovveduto è destinato a soccombere al primo mutar del vento, illuso e maltrattato da tutti e dal suo arrivismo inarrestabile”. Quella di Redmond Barry è la storia di un uomo sospeso nei suoi sogni, schiavo delle proprie ambizioni, pronto a costruire un impero di menzogne pur di scalare, gradino dopo gradino, la scalinata impervia e marmorea di una società organizzata per caste. Non è un eroe e la sua non è una favola a lieto fine, eppure c’è una morale. Quello in scena è “un teatro dove non trionfa la verità e che si imbeve però delle storie che si tramandano, che si raccontano come monito per chi ha peccato e per chi, giovane, deve ancora peccare e vuole formarsi però all’ombra delle tradizioni – continua a commentare Giancarlo Sepe – Forse, lo si potrebbe anche scambiare per un teatro per famiglie, quello in cui la morale è: …chi sbaglia, paghi finalmente!”. Ecco allora che un classico della letteratura diventa il mezzo per parlare ad un pubblico contemporaneo attraverso una storia di caduta, una favola all’incontrario.

venerdì 16, sabato 17 novembre ore 21
domenica 18 novembre ore 17,30

spettacolo tratto liberamente dal romanzo di William Makepeace Thackeray
nella riduzione teatrale di Giancarlo Sepe
con gli attori della Compagnia del Teatro La Comunità (in o.a) Massimiliano Auci, Sonia Bertin, Gisella Cesari, Silvia Como, Tatiana Dessi, Mauro Brentel Bernardi, Vladimir Randazzo, Federica Stefanelli, Giovanni Tacchella, Guido Targetti, Pino Tufillaro, Gianmarco Vettori
musiche a cura di Davide Mastrogiovanni e Harmonia Team
scenografie e costumi Carlo De Marino
luci Guido Pizzuti
organizzazione Grazia Sgueglia
regia Giancarlo Sepe
foto di Salvatore Pastore

Associazione Teatro La Comunità 1972 – Teatro di Roma/Teatro Nazionale

BIGLIETTI
intero 10,50 Euro
ridotto 8,50 Euro
giovani 7,00 Euro
invalidità 5,00 Euro
diversamente abili 2,50 Euro
prezzo speciale GIFT CARD 7,50 Euro

info e prenotazioni 06/2010579
promozione@teatrotorbellamonaca.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Giudizio Universale. Viaggio straordinario nei segreti della Cappella Sistina

    • dal 15 marzo 2018 al 31 dicembre 2019
    • Auditorium Conciliazione
  • Le fiabe incantate: i classici Disney on ice

    • dal 6 al 9 dicembre 2018
    • Palalottomatica
  • Pinocchio al Teatro del Torrino

    • dal 4 al 25 novembre 2018
    • Teatro del Torrino

I più visti

  • Da Monet a Cézanne: gli impressionisti francesi a Roma

    • dal 5 ottobre al 31 dicembre 2018
    • Palazzo degli Esami
  • Giudizio Universale. Viaggio straordinario nei segreti della Cappella Sistina

    • dal 15 marzo 2018 al 31 dicembre 2019
    • Auditorium Conciliazione
  • A Roma la XVI Edizione de “Il Villaggio di Natale” di Solara Garden Center

    • Gratis
    • dal 13 ottobre 2018 al 15 gennaio 2019
    • Garden Center Solara
  • Andy Warhol in mostra a Roma

    • dal 3 ottobre 2018 al 3 febbraio 2019
    • Complesso del Vittoriano
Torna su
RomaToday è in caricamento