Serrande abbassate per Burberry a Fiumicino, scioperano le commesse: "Respingiamo licenziamenti"

Chiuse le boutique del T1 e del T3, lavoratrici in assemblea. I Cobas: "Azienda ricollochi personale"

Serrande abbassate per le boutique di Burberry dell'aeroporto di Fiumicino dove le commesse, raggiunte nei giorni scorsi dalle lettere di licenziamento, stanno scioperando.

Scioperano le commesse di Burberry

Sulle venti dipendenti di Fiumicino, tra gli store al Terminal 1 e al T3, sono nove quelle che, in base alla scelta di Burberry, dovranno lasciare il posto di lavoro: il T1 sarà infatti presto sottoposto a lavori di ristrutturazione e in quell'occasione la boutique cesserà la propria attività mandando di fatto a casa le lavoratrici. 

Un destino al quale le commesse di Burberry non si arrendono: sostenute dai colleghi di tutto il distretto di Roma, passeranno la mattinata in assemblea aperta al Terminal 3. 

Non mimose ma lettere di licenziamento: le commesse di Burberry rischiano il posto di lavoro

Quello di Burberry è "un vero e proprio attacco alle donne e alle lavoratrici che rispondono compatte" - ha commentato Francesco Iacovone, del Cobas nazionale. "Burberry fa largo uso di lavoratrici precarie e ha lo spazio per reintegrare 9 unità nei tanti punti vendita della Capitale". 

La richiesta del sindacato: "Ricollocare le dipendenti"

Già perchè la richiesta del sindacato e delle lavoratrici è quella della ricollocazione delle nove licenziate negli altri store di Burberry a Roma. Da qui la giornata di mobilitazione: nei Burberry del Leonardo Da Vinci, fin dal turno delle 6 del mattino, braccia incrociate. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lavoratori in assemblea all'interno dell'Aeroporto di Fiumicino, "un grande centro commerciale che accoglie i passeggeri e li intrattiene nello shopping e nella ristorazione, ma che - sostiene Iacovone - continua a mietere crisi aziendali e licenziamenti collettivi. All'assemblea parteciperà l'Assessore alle politiche Sociali del Comune di Fiumicino, a testimoniare che questa vertenza assume un valore simbolico per la Città aeroportuale". 
 
"Questo è soltanto l'inizio" - promettono i Cobas. "Non ci fermeremo fino a quando Burberry non farà rientrare questi licenziamenti e aprirà un tavolo di confronto con l'obiettivo di ricollocare il personale nel perimetro aziendale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Sciopero a Roma: venerdì 10 luglio a rischio metro e bus, gli orari e le fasce di garanzie

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento