“Vendo causa spread”: sulla Salaria chiude storico restauratore

La scure della crisi si abbatte anche sull’artigianato: “Costretto a pagare solo le tasse senza più intascare un soldo”. Così Giovanni, 74 anni, proprietario di “Mura e Merce”, storico negozio di antiquario sulla Salaria. “Questo è un mestiere finito”

"Ho cominciato facendo il restauratore di mobili francesi nel '63, poi ho preso in affitto questa bottega fino a riuscire a comprarla con tanto sacrificio trent'anni fa. Adesso gli oggetti antichi non li vuole più nessuno, né le aste, né i commercianti, né i mercatini. Eppure qui dentro ci sono pezzi di tutte epoche, che vanno dal '700 al '900". C’è molta amarezza (comprensibile) nella parole di Giovanni, 74 anni, proprietario di “Mura e Merce”, storico negozio di restauro ora in vendita al miglior offerente.

“Vendo per crisi, mura e merce" è il cartello che ha affisso davanti alla sua bottega, quattro pareti di storia, compresi quei mobili che hanno resistito al tempo per secoli. Giovanni ha "deciso di rassegnarsi alla pensione di artigiano, con una moglie e due figli a carico" che vivono ancora con lui. "Pago le tasse - dice - ma non incasso più un centesimo, questo è un mestiere finito. Per questo vendo tutto al miglior offerente".

La chiusura di “Mura e Merce” ha provocato anche la reazione della Confederazione Nazionale Artigianato, per bocca del presidente Erino Colombi. “Non è un fatto economico, né privato: è un fatto triste che interessa tutta la città. Un’azienda così non nasce da un giorno all’altro e deve essere tutelata.
Dispiace dover constatare – conclude Colombi - che le amministrazioni pubbliche continuano a essere sistematicamente indifferenti alle sorti di tante storiche aziende che rappresentano un prezioso patrimonio per la città. Sono consapevole della grande difficoltà del momento, ma sarebbe davvero una bella notizia se si creassero le condizioni per far vivere questa azienda” .

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dopo il lockdown: ecco in quali quartieri sono aumentati di più i contagi

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

  • Coronavirus, a Roma e provincia sei bambini positivi in 10 giorni

  • Coronavirus: a Roma 14 nuovi casi, 19 in totale nel Lazio. I dati Asl del 6 luglio

  • Coronavirus: a Roma 12 nuovi casi, sono 23 in totale nel Lazio. I dati Asl del 10 luglio

Torna su
RomaToday è in caricamento