Parsitalia, al via la liquidazione: a Parnasi resta lo Stadio della Roma

Dopo 60 anni di attività finisce la storia della storica società di costruzioni romana. Raggiunto l'accordo con Unicredit, il suo principale creditore

Luca Parnasi (ANSA/ETTORE FERRARI)

Finisce la storia di Parsitalia. Dopo 60 anni di attività, la società di costruzione della famiglia Parnasi, tra le protagoniste dello sviluppo edilizio della Capitale, ha raggiunto un accordo con il suo principale creditore, Unicredit, esposto per 130 milioni di euro, per avviare la liquidazione ordinaria. Lo scorso anno era stata siglata un'intesa per la ristrutturazione.

Per coprire parte del debito nei mesi scorsi Capital Dev, controllata da Unicredit, aveva rilevato alcune società del gruppo che avevano in capo una serie di progetti immobiliari a Roma e non solo. Per gestire la fase di liquidazione, nei prossimi mesi verrà nominato un commissario.

Luca Parnasi, erede del fondatore Sandro, scomparso del luglio del 2016, si concentrerà ora sul progetto dello Stadio della Roma che realizzerà con la società Euronova. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Incidente via Colombo: auto in un fosso, trovata morta ragazza di 28 anni

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • L'allarme del fidanzato, poi la scoperta nel burrone: Claudia trovata senza vita dopo un incidente

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

Torna su
RomaToday è in caricamento