ENEA: 200 lavoratori occupano il Centro Ricerche di Casaccia

Esplode la protesta dei dipendenti che contestano il taglio al trasporto aziendale. Corse dei pullman ridotte a giugno e completamente soppresse nei mesi di luglio e agosto

Circa 200 lavoratori del Centro Ricerche Enea di Casaccia, hanno fatto irruzione nella stanza della Direzione di Centro, nella palazzina all’interno del complesso di via Anguillarese, occupandola.

I dipendenti si sono riuniti ieri in un'assemblea composta dai lavoratori di Casaccia, alla quale, questa mattina, è seguita una manifestazione sotto la palazzina della Direzione. Motivo della protesta è il taglio al trasporto aziendale, che dal primo giugno comporterà una sensibile riduzione delle corse dei pullman per i dipendenti, fino al totale cancellamento nei mesi di luglio e agosto. Lo stesso provvedimento colpirà i dipendenti del centro ENEA di Frascati, ai quali è stata notificata la soppressione delle attuali 4 linee a partire dal primo giugno.

La protesta va collocata nell'ambito di un più ampio malcontento dei dipendenti, imputabile ai tagli delle risorse necessarie alla vita dei laboratori e a tutte le attività di ricerca, come i servizi di pulizie, di facchinaggio, di custodia e di mensa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Incidenti stradali a Roma, giovedì di sangue: tre morti e una bimba di 10 anni in gravi condizioni

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento