Il mercato Metronio si appella alla Raggi: "Riapra il garage e non ci abbandoni"

Un grido d'aiuto dal mercato dove in mattinata la sindaca ha presentato il piano di rilancio per coperti e plateatici di Roma. Gli operatori: "Tutti gli amministratori hanno promesso. Speriamo sia la volta buona"

Banco di frutta e verdura al mercato Metronio

Più della metà dei box chiusi, l'intonaco mangiato dalle infilatrazioni d'acqua, la copertura in plastica trasparente che lascia filtrare la luce accecante con effetto sauna nella stagione estiva, e un parcheggio per 450 auto chiuso da due anni. Il mercato Metronio di via Magna Grecia rientra nell'elenco delle priorità del piano di rilancio per coperti e plateatici presentato oggi dalla sindaca Raggi e dall'assessore Meloni. Un finanziamento di quattro milioni di euro che al momento copre quindici progetti tra i quali appunto anche la struttura polivalente dell'ingegner Riccardo Morandi. Costruito negli anni '60 ha addirittura un vincolo architettonico delle Belle Arti. Ma è fatiscente, come la stragrande maggioranza dei mercati rionali della Capitale.

"Bisogna che il sindaco dia un po' di licenze così ci sono più attività ed entra più gente. Sono anni che aspettiamo. Ci hanno abbandonato". La signora Cecilia, insieme al marito Antonio, lavora in via Magna Grecia con un banco di carne da 50 anni. Come Mauro, da 40, con le sue casse di frutta e verdura. Sono i primi spettatori del declino. "Questo posto cade a pezzi, non ci viene nessuno perché non ci sono posti auto. Il parcheggio è chiuso da due anni, ci rendiamo conto?".

Già, sembra il problema centrale della struttura, quel garage da 450 posti, di Atac, che da ottobre del 2015 è chiuso per infiltrazioni d'acqua. E pensare che potrebbe fruttare introiti importanti per le casse capitoline. Senza contare l'importanza di avere un parcheggio garantito per gli operatori - "siamo costretti a pagare le strisce blu. La metro? Devo arrivare alle 5 del mattino" - e l'attrattiva per i clienti. Parcheggiare la macchina in via Magna Gregia è un'impresa eroica. 

"Avete ragione e ci stiamo lavorando anche con Mazzillo (titolare al Bilancio, ndr)" promettono sindaca e assessore al Commercio, Meloni. Ma non rientra nel piano di rilancio che riguarderà il mercato. Per quello si punterà alla riassegnazione delle licenze, con inserimento di attività destinate a giovani imprenditori, artigiani, start up a vocazione sociale e ambientale, con l'obiettivo di diversificare la tipologia merceologica. Ancora prima però toccherà pensare ai lavori di riqualificazione. "La vedi la muffa al muro" ci indica un operatore con il dito puntato sulla parete.

"Si dovrebbe partire da lì". O dalla copertura in plastica logora del soffitto che d'estate trasforma il mercato in una serra. "Se fuori ci sono 30 gradi qui ce ne sono 50". Tempi per la stesura e per l'esecuzione del progetto? Presto per dirlo. Ancora siamo alla teoria. Ma intanto, a fronte di un silenzio di anni, si apprezza l'impegno. Alessandro Albanesi, presidente del mercato, commenta tutto sommato soddisfatto l'intervento odierno della sindaca: "Qui per anni nessuno ha mai fatto mezzo lavoro di manutenzione. E' stato un disastro totale". Almeno "l'approccio sembra quello giusto". 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Campidoglio, protestano contro il M5s: daspo per 25 lavoratori della Multiservizi

    • San Basilio

      San Basilio, fogne rotte e topi nelle case del Comune: esplode la rabbia dei cittadini

    • Cronaca

      Omicidio a Tor Vergata: agguato in strada, 43enne ucciso da quattro colpi di pistola

    • Cronaca

      Alessandrino, prima la rapina poi l'inseguimento. Testimoni: "Spari in strada"

    I più letti della settimana

    • Ikea in piazza San Silvestro: ecco lo store "a tempo" dedicato alla cucina

    • Torno Subito 2017: online bando per chi "parte per imparare e torna per crescere"

    • Nasce l'Acea a Cinque Stelle: eletti i nove membri del Cda

    • Da Alitalia nuovo colpo per l'occupazione di Fiumicino e Roma: 10.000 lavoratori a rischio

    • Alitalia, i dipendenti bocciano l'accordo: anche a Fiumicino stravince il 'no'

    • Moovit, salgono a bordo Almaviva, Groupama e Banca Iccrea

    Torna su
    RomaToday è in caricamento