Aeroporto Fiumicino, scioperano gli addetti alla verniciatura degli aerei

La mobilitazione è stata indetta dall'Unione sindacale di base dopo un infortunio che si è verificato sabato scorso. Ciolella: "Sono mesi che denunciamo le condizioni di lavoro dentro questo hangar"

L'aeroporto di Fiumicino (Foto Ansa)

Due ore di sciopero per denunciare "le condizioni di impiego dei lavoratori che si occupano della verniciatura degli aerei all'aeroporto di Fiumicino". A scatenare la mobilitazione indetta dall'Unione sindacale di base, che arriva dopo "una lunga battaglia durata mesi", un infortunio che si è verificato sabato e "che ha determinato il ricovero ospedaliero del lavoratore già sottoposto a più interventi" spiega la sindacalista Susi Ciolella. Così due ore di braccia incrociate nelle società Iac Group e Full Cleaning Srl. "Sono mesi che Usb denuncia le condizioni di impiego dei lavoratori dentro questo hangar in cui vengono verniciati gli aeromobili delle più importanti compagnie del mondo" continua Ciolella. 

"Quando i lavoratori si sono rivolti a noi, abbiamo trovato una condizione di lavoro da primi del 900, in pochi mesi si erano verificati numerosi infortuni anche gravi". La sindacalista parla di "turni da 11 ore sia di giorno sia di notte, per 6 giorni a settimana" per un lavoro effettuato a "venti metri di altezza su ponteggi montati dagli stessi lavoratori, senza corsi adeguati, in una condizione ambientale non idonea all'attività lavorativa e al maneggio di vernici altamente tossiche". Nel tempo, "dopo una lunga battaglia durata mesi, siamo riusciti a ripristinare alcune condizioni di sicurezza, come l'installazione di alcune piattaforme". Ma per la sindacalista sono ancora "insufficienti" come "testimonia l'incidente di sabato e senza dimenticare che questi lavoratori utilizzano tutti i giorni materiali tossici". 

"Abbiamo chiesto un incontro urgente con la società IAC per avviare un confronto sulle condizioni di sicurezza, sui turni massacranti e sui salari. Siamo pronti ad ulteriori iniziative di mobilitazione per la difesa dei diritti e della sicurezza". Il sindacato ha annunciato anche un incontro alla Direzione Aeroportuale Enac di Fiumicino per avviare un confronto, chiediamo che ci sia una verifica urgente della situazione, riteniamo inaccettabile che nel più grande aeroporto italiano accadano situazioni di questa gravità". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Terremoto a Roma: scossa ai Castelli Romani avvertita nella Capitale

  • Tragedia sulla Tuscolana: accusa malore nel negozio e muore

  • Sciopero Roma Tpl, lunedì 18 novembre a rischio i bus in periferie: orari e fasce di garanzia

Torna su
RomaToday è in caricamento