Eutelia, protesta a oltranza contro la mobilità: occupata l'azienda

In pericolo 284 posti di lavoro solo nella Capitale. I dipendenti bloccano ogni attività dell'azienda. Il gruppo Pd in Campidoglio presenta una mozione in Campidoglio. Tibaldi, assessore Regionale al Lavoro: “Intervenga il governo”

Si infiamma la situazione nella sede romana dell'Agile Eutelia, azienda da tempo nell'occhio del ciclone per problemi da prima legati al mancato pagamento degli stipendi e poi per l'annunciato piano di mobilità che mette a rischio il posto di lavoro, nella sola capitale, di 284 persone. Oggi i locali dell'azienda, in via Bona 67, zona Tiburtina, sono stati occupati dai lavoratori che hanno interrotto qualsiasi attività, per chiedere che venga ritirata la procedura di mobilità e subito convocato un tavolo presso la Presidenza del Consiglio.

Gianni Seccia della segreteria Fiom di Roma Sud ha dichiarato: “Al termine dell’assemblea di oggi, che si è tenuta nel piazzale antistante la società, alla presenza di Istituzioni Locali e del mondo politico, la Fiom Cgil Roma ha indetto uno sciopero ad oltranza, con astensione di ogni prestazione comprensiva di reperibilità e disponibilità, sino alla convocazione di un tavolo di crisi presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri dal Sottosegretario Gianni Letta, a fronte dl licenziamento di 1.192 lavoratrici e lavoratori su un totale di 1.880."

A sostegno dei lavoratori anche tutto il gruppo consiliare del PD che ha presentato una mozione urgente in consiglio comunale. Spiega il Capogruppo Pd Umberto Marroni: “Chiediamo al sindaco e alla giunta di intervenire con urgenza presso la Presidenza del Consiglio per sollecitare la ripresa del confronto e affrontare rapidamente la crisi della società Eutelia”.

Nella mozione il Pd chiede il sostegno per mantenere  i livelli occupazionali della società, “attraverso”, spiega ancora Marroni, “l’individuazione di soluzioni basate su un serio e credibile piano industriale e di formazione e riqualificazione del personale, che sottraggano l'azienda ai giochi finanziari e le restituiscano il proprio carattere imprenditoriale, nell'interesse non solo dei lavoratori e delle loro famiglie ma anche del paese e della nostra città che verrebbe a perdere un’altra importante realtà industriale.”

L'assessore al Lavoro della Regione Lazio Alessandra Tibaldi spiega: “Occorre ora un intervento urgente della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Per quanto di sua competenza, la Regione continuerà con determinazione a seguire la vicenda per scongiurare la dismissione del comparto IT".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

  • Quando si possono riaccendere i termosifoni? Ecco date e orari

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

Torna su
RomaToday è in caricamento