Acea, bollette astronomiche e fatturazioni errate. Codici: "Class action contro l'azienda"

Una nuova denuncia del Codici contro Acea. Ritardi nelle fatturazioni e consumi stimati per eccesso. L'Associazione lancia l'allarme indebitamento e chiede al Comune il commissariamento dell'intero gruppo

Mancate letture nonostante i contatori elettronici, conguagli da migliaia di euro ad anni di distanza, disservizi all'utenza, fatturazioni conteggiate sulla base di consumi stimati e non effettivi, interminabili file di utenti in coda agli sportelli. Il Codici denuncia ancora una volta la cattiva gestione di Acea, questa volta richiedendo il commissariamento dell’azienda da parte del Comune di Roma e un’istruttoria da parte di AEEG, e organizzandosi per una Class Action contro la Società.

ACEA ENERGIA, ACEA ATO 5 E ACEA ATO 2 -  Il Codici promuove un'azione contro le società dell'intero gruppo Acea, sia per il settore idrico che per quello elettrico. Non è la prima volta che il Centro per i Diritti del Cittadino si interessa alla vicenda. Luigi Gabriele, Responsabile Rapporti Istituzionali, si dichiara seriamente preoccupato e lancia l' “allarme impoverimento”: “Le famiglie si trovano di fronte a fatture che superano di gran lunga le loro capacità economiche e che nella maggior parte dei casi sono frutto di mancate letture, errori dei consumi o conguagli che risalgono anche a molti anni prima”.

FATTURAZIONI STIMATE E BOLLETTE STELLARI - A fare infuriare l'Associazione, al di là del ritardo delle fatturazioni, che comporta bollette astronomiche ad anni di distanza dall'effettivo consumo: la modalità con cui vengono effettuati i calcoli dall'azienda. Conteggi non reali, perché i mancati controlli dei contatori oppure per letture errate. Gli utenti non pagano dunque quello che consumano, bensì cifre stimate: e stimate per eccesso.

RISCHIO INDEBITAMENTO - Sono molti i cittadini costretti addirittura all'indebitamento per poter adempiere ai pagamenti, denuncia il Codici. Questo a causa di una cattiva organizzazione interna dell'azienda, che non solo continua a tariffare i suoi utenti in maniera anomala, ma non è nemmeno in grado di offrire servizi efficienti.

L'AZIONE DEL CODICI - “Codici ritiene che il regolatore (AEEG) e la proprietà (il comune di Roma) debbano porre fine alle problematiche incontrate dalle tante famiglie servite dall’azienda - comunica in una nota l'Associazione - Per tali motivi Codici si sta muovendo per strutturare la prima azione collettiva per danno economico e induzione al sovra indebitamento nei confronti di Acea e delle sue diverse realtà territoriali".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Scomparso da Civitavecchia, il 14enne era a Bologna: così è stato ritrovato Alessandro

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

  • Sciopero Roma 25 ottobre 2019: metro, bus e Cotral a rischio. Orari e informazioni

Torna su
RomaToday è in caricamento