Bilancio: approvato l'assestamento da 677 milioni

Gran parte dei soldi provengono da un finanziamento straordinario del Governo. Previsti anche interventi per migliorare il sistema fognario e delle caditoie. Otto i milioni per la cultura, altrettanti per il cosiddetto “piano nomadi” che scatterà da gennaio

U n assestamento di bilancio da 677 milioni. E' quello approvato ieri dal Comune di Roma per il 2008. Di questi, 358 milioni riguardano la parte corrente, mentre 319 riguarderanno gli investimenti. Gran parte di questi soldi provengono dal Governo che a settembre aveva stanziato 500 milioni di euro. Altri 8 milioni invece dalle cosiddette alienazioni, 162 dal recupero crediti e altri 7 dalla gestione tecnica del piano.

In riferimento ai recenti allagamenti e agli annunciati investimenti per adattare il sistema fognario,  10 sono i milioni andranno agli interventi per la manutenzione delle fognature, 15 quelli alla manutenzione stradale e delle caditoie: Rientrano in quest'ambito anche i 30 milioni destinati agli interventi straordinari di pulizia dell’Ama e i 20 milioni per interventi di decoro urbano.

Centottantotto poi i milioni destinati ai trasporti. Sessantacinque andranno alla manutenzione straordinaria di Atac, una parte per la linea B1 della metropolitana Bologna-Conca d'Oro e per l'impermeabilizzazione della linea A della metropolitana da Termini a Flaminio).

Per la cultura saranno 8,8 i milioni a disposizione, parte dei quali dovranno essere investiti per la manutenzione straordinaria del teatro dell'Opera.

Altri 8,8 milioni sono destinati alla cultura, da destinare tra le altre cose alla manutenzione straordinaria del Teatro dell'Opera, 5,4 ai piani di zona, 17 milioni alla viabilità straordinaria, 13,7 per gli interventi fognari, 21 milioni per la dotazione informatica del Comune, 5,2 milioni per le periferie, 6 per i parcheggi di scambio e circa 21 per l'ambiente, tra cui la ricostruzione del parco auto del servizio giardini.

Tra gli investimenti a bilancio il Sindaco Alemanno ha annunciato anche l'inserimento della voce “piano nomadi”. “Sono stati inseriti 8 milioni di euro per la ristrutturazione dei campi nomadi e la rimozione di quelli abusivi, ha spiegato il sindaco. “L’obiettivo è avere campi nomadi con un altro livello di sicurezza e solidarietà”.

Un’altra importante novità introdotta con il piano d'assestamento è che il Comune si doterà di un sistema centralizzato per gli acquisti. Grazie a un portale online, tutti i dipartimenti potranno visionare un catalogo di beni e i servizi sulla base del quale elaborare le richieste, i dettagli sui fornitori accreditati e gli ordini effettuati dai vari uffici. I dirigenti capitolini, grazie all’utilizzo della firma digitale, potranno inoltrare la richiesta di nuovi ordini anche sulla base delle richieste già avanzate da altri dipartimenti e uffici, attivando, in tal modo, economie di scala con un risparmio per l’amministrazione capitolina stimato intorno al 10% per il primo anno e fino al 20% nel 2011.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento