giovedì, 02 ottobre 20℃

“Mescolati ma non agitati”: torna a Caracalla il Democratic Party

La nuova denominazione manda in soffita la Festa dell'Unità conservandone ancora il logo. Protagonista la politica, ma anche il divertimento con diversi spettacoli e 50 stand commerciali

Redazione 26 giugno 2009
12
La Festa dell'Unità va definitivamente in soffita. Dopo la convivenza dello scorso anno, quest'anno la denominazione Democratic Party scalza quella storica di cui resta solo il logo. Così da oggi e fino al 26 luglio nello spazio alle spalle delle Terme di Caracalla il Partito Democratico cerca di compattarsi e di compattare i suoi sostenitori, offrendo loro politica, ma anche divertimento.

Spazio quindi ai dibattiti politici con i principali leader nazionali che si alterneranno sul palco. Spazio quindi a Dario Franceschini, Walter Veltroni, Pierluigi Bersani, Massimo D'Alema, ma a chi Democratico (inteso come membro del Pd)  non lo è, come Luciano Ciocchetti e Nichi Vendola.

“Mescolati ma non agitati” è lo slogan di quest'anno. Saranno centinaia i volontari, 30 le associazioni no profit, oltre 50 gli stand commerciali e in tutto 400 i militanti coinvolti nell'organizzazione. Quattro le aree dedicate al dibattito politico, un pub gestito dai giovani democratici, uno spazio gestito dal gruppo comunale del Pd dell'Aquila in gemellaggio con il gruppo comunale del Pd di Roma, uno spazio gestito dalle donne del Pd di Roma con le donne iraniane.

Annuncio promozionale

eventi

12 Commenti

Feed
  • Avatar anonimo di lottacontinua

    lottacontinua democratic party un xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx,xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxanxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx pd e ciesotti,siete delle xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxe
    dio porco,voglio la festa dell'unità con la falce ed il martello ed i proletari che si divertono ascoltando bella ciao
    crepate tuttti
    ciao
    :/

    nell'agosto del 2009
  • Avatar anonimo di Mias

    Mias i volontari? ma quali,

    nel luglio del 2009
  • Avatar anonimo di Piero Caracciolo

    Piero Caracciolo Scusate, ma secondo me è ridicolo questo uso di termini inglesi che scimmiottano gli americani.

    nel luglio del 2009
    • Avatar anonimo di Goalkeeper

      Goalkeeper ...credo sia scritto in inglese perchè giocano sul dppio significatodi "party".. significa infatti sia festa che partito... ^^ orvuà

      nel luglio del 2009
  • Avatar anonimo di lod

    lod mammamia il democratic party ahahah che vergogna ancora a imitare gli americani
    il prossimo anno fatelo insieme al pdl, sicuramente siete più vicini al berlusca che a Berlinguer tanto per dire un vero leader di un glorioso passato ormai calpestato quotidianamente
    vergogna

    nel luglio del 2009
  • Avatar anonimo di Daniela

    Daniela Utilizzare una parola inglese equivale a voler "fare l'americano?" Ma dove vivi, impara a scrivere che sei un analfabeta. Tu NEMMENO L'ITALIANO CONOSCI.

    nel luglio del 2009
    • Avatar anonimo di Mias

      Mias ma chi scrive questi slogan? Ciao bella era già di cattivo gusto, ma mescolati e agitati non si sa proprio come collocarlo. Ma del resto Veltroni disse We can e invece non potè

      nel luglio del 2009
  • Avatar anonimo di PasQuiNo

    PasQuiNo ammazza, ma chi je fà li ggiochi de parole a questi? voijono fa' l'ammericani che così s'accaparano li giovini. ma n'era meijo annasse a fà ddu bucatini indentro a 'na fraschetta? chissà che co'n paro de litri de' romanella se ricordano de' fa' quarche cosa de utile pe' la collettività 'nvece de l'affaracci della cei.

    nel luglio del 2009
    • Avatar anonimo di balzac

      balzac Perchè non scrivi in italiano? Va bane anche in inglese, purchè si capisca cosa vuoi dire

      nel luglio del 2009
  • Avatar anonimo di silva

    silva Noo!!! Democratic Party noooo! torniamo al loft a bere un drink perchè we can?

    nel giugno del 2009
  • Avatar anonimo di francesco piccirillo

    francesco piccirillo talmente mescolati che non si percepisce piu' la differenza.....banalizzati e mosci, direi!!!

    nel giugno del 2009
  • Avatar anonimo di michele pascale

    michele pascale Non vi agitate troppo, potreste sudare ...

    nel giugno del 2009