Il virus Zika a Roma: un caso curato allo Spallanzani

E' l'ospedale a comunicare la diagnosi. Si tratta di un italiano che ha soggiornato in Brasile nella seconda metà del mese di gennaio

Il virus Zika è ufficialmente a Roma. E' l'ospedale Spallanzani a comunicare che "è stato diagnosticato un caso di infezione da Zika virus in una persona italiana che ha soggiornato in Brasile nella seconda metà del mese di gennaio". 

"Al rientro - prosegue la nota - la persona ha manifestato insorgenza di rash cutaneo, senza febbre o altri sintomi. Dopo 2 giorni si è presentata all’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani dove è stata visitata. Gli esami virologici specifici per arbovirosi effettuati hanno messo in evidenza la presenza di infezione da Zika virus".

Il virus Zika è stato inserito nei protocolli per la valutazione effettuata dall'ambulatorio per le infezioni in gravidanza presente in Istituto (06-55170362 o 55170305). Le donne in gravidanza, in casi di particolare urgenza, possono contattare il centralino  dell’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani.

Lo Spallanzani si conferma in prima linea. Ha attivato un percorso ambulatoriale per le  malattie tropicali (06-55170362). Il personale sanitario che si trova a valutare soggetti con sospetto di infezione o con infezione confermata può contattare Ambulatorio di Malattie Infettive e Tropicali dell’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive 'L. Spallanzani' (che è anche la struttura di riferimento identificata per il Piano Regionale Giubileo Straordinario 2015-26).

Il virus Zika (ZIKV) è un Virus a RNA della famiglia Flaviviridae, genere Flavivirus, gruppo Spondweni, isolato per la prima volta nel 1947 da un primate in Uganda, nella Foresta Zika, riserva naturale vicino Entebbe. Negli ultimi anni la malattia si è poi diffusa in tutti i continenti, Europa inclusa Negli esseri umani provoca una malattia nota come "zika" o febbre Zika. Il virus è strettamente correlato a quelli che provocano la dengue, la febbre gialla, l'encefalite del Nilo occidentale e l'encefalite giapponese, tutti trasmessi principalmente da punture di insetto e pertanto definiti arbovirus.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Planetario all'ex Dogana, Bergamo: "Dichiarazioni diffamatorie". I dem: "Esposto ad Anac e Procura"

  • Cronaca

    Auto in fuga sperona volante della polizia, fermato un uomo. Complice in fuga nei campi

  • Politica

    Nomina Romeo, Raggi pubblica l'archiviazione: "Avevo ragione, io accusata ingiustamente"

  • Politica

    Piani di zona, inquilini in Campidoglio: "La Giunta non risponde, Raggi ci incontri"

I più letti della settimana

  • Crollo a Balduina: frana una strada, inghiottite le auto parcheggiate. Evacuate 20 famiglie

  • I 5 migliori arrosticinari a Roma

  • Neve a Roma: fiocchi di San Valentino ai Castelli tra Velletri e Rocca di Papa

  • Studente 15enne scomparso, l'appello dei familiari: "Aiutateci a trovarlo"

  • Incidente sul Raccordo: scontro tra quattro auto, una prende fuoco. Traffico in tilt

  • Blocco traffico: a Roma domenica 25 febbraio niente auto nella fascia verde

Torna su
RomaToday è in caricamento