Ex pugile picchia la convivente e si nasconde in un casolare abbandonato, arrestato

Le violenze lo scorso 15 settembre quando la vittima venne trovata mentre fuggiva a piedi sulla via Palombarese, nella zona di Sant'Angelo Romano

Immagine di repertorio

Si nascondeva in un casolare rurale abbandonato il 36enne romeno che lo scorso 15 settembre picchiò violentemente la convivente costringendola a scappare lungo la via Palombarese. Le violenze si consumarono nella zona di Sant'Angelo Romano quando l'uomo, un ex pugile, si accanì sulla sua fidanzata, una donna di 45 anni originaria della provincia di Viterbo, costringendola al ricovero in ospedale dove venne refertata con 21 giorni di prognosi. 

ORDINANZA CUSTODIA CAUTELARE - A distanza di un poco più di un mese i carabinieri della Stazione di Sant'Angelo Romano hanno tratto in arresto l'uomo, un senza fissa dimora di fatto domiciliaro nel Comune della provincia romana. Il 36enne, raggiunto da una ordinanza emessa lo scorso 24 ottobre dal Gip del Tribunale di Tivoli per l'applicazione di misura cautelare in carcere, è stato riconosciuto colpevole di aver più volte aggredito e procurato lesioni alla donna ed è stato arrestato con le accuse di maltrattamenti in famiglia e lesioni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Romanzo Criminale di Primavalle: le confessioni di Abbatino e "Accattone" risolvono 4 omicidi

  • Salvatore Nicitra, il boss con la pensione d'invalidità: così l'ex della Banda della Magliana è diventato il re di Roma Nord

  • Manifestazione contro i vitalizi, Sardine in piazza e Lazio-Inter: bus deviati e strade chiuse nel week end

  • Investito da un'auto mentre attraversa il Raccordo Anulare, morto un uomo

  • Incidente in via Tiburtina, scontro tra camion e auto: morto un uomo. Grave il figlio

  • Incidente in via Laurentina, auto si scontra con un camion: morta una donna

Torna su
RomaToday è in caricamento