In chiesa per pregare, uomo le strappa la maglietta e prova a violentarla

In manette con l'accusa di violenza sessuale un uomo di 34 anni, arrestato dalla polizia. Vittima una donna di 57 anni

La chiesa di San Giuseppe Artigiano a Villanova di Guidonia (foto google)

Le ha strappato la maglietta, le ha abbassato i pantaloni ed ha provato a violentarla. Vittima una donna di 57 anni, che si trovava in quel momento all'interno della chiesa di San Giuseppe Artigiano a Villanova di Guidonia. Raccolta in preghiera la donna è stata aggredita alle spalle da un 34enne del posto. 

In particolare l'uomo l’ha afferrata da dietro scaraventandola a terra. Poi, l’ha colpita più volte in volto, dopodiché le ha strappato la maglietta abbassandole i pantaloni e la biancheria intima e, nel tentativo di violentarla, l’ha palpeggiata ovunque.

Solo grazie alla tenacia ed alla determinazione della vittima, la violenza non ha avuto esiti peggiori; con le ultime forze rimaste ha sferrato calci e pugni e si è divincolata dalla presa del suo aggressore.

Attirata dalle urla della vittima, è intervenuta una donna presente all’interno della chiesa di viale Giuseppe Mazzini che accorsa in suo aiuto, ha telefonato alla Polizia di Stato.

Sul posto è intervenuta una pattuglia del Commissariato di Tivoli che, bloccato il malvivente ancora presente sul posto, lo ha accompagnato negli uffici di Polizia.

Arrestato, dovrà rispondere di violenza sessuale e lesioni personali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero Roma Tpl, lunedì 18 novembre a rischio i bus in periferie: orari e fasce di garanzia

  • Pizza Awards Italia 2019, Roma stupisce: ecco le migliori pizze della Capitale (e del Lazio)

  • Incidente a Romanina: scontro tra auto, morta una mamma. Grave la figlia

  • Sciopero, oggi a rischio bus Cotral e Roma Tpl: gli orari e le linee interessate

  • In bilico sul balcone si lascia cadere nel vuoto, salvata dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Meteo Roma, peggiorano le previsioni: l'allerta diventa "codice arancione"

Torna su
RomaToday è in caricamento