Ostia, i vigili si autotassano: 68 euro a testa per riparare freni del furgone infortunistica

I vigili hanno iniziato una colletta interna per aggiustare l'unico furgone disponibile per il servizio di infortunistica stradale del X Gruppo Mare

Mancano i soldi per aggiustare l'unico furgone disponibile per il servizio di infortunistica stradale di Ostia, Acilia, e dintorni, così i vigili del X Gruppo Mare sono costretti ad autotassarsi per comprare nuove pasticche dei freni. A confermare l'iniziativa sono i sindacalisti di Ospol Csa, Sulpl, Cgil, Cisl e Uil della Polizia locale del gruppo di Ostia: "Non ci sono i soldi per comprare delle nuove pastiglie dei freni, così abbiamo deciso di autotassarci".

I vigili del X Gruppo Mare spenderanno 68 euro per rendere sicuro l'unico furgone funzionante dei tre a disposizione. "Un mezzo usato, anche di notte, per il servizio di infortunistica stradale e che ha già problemi di carrozzeria visto che dopo un incidente e nonostante sia stato risarcito il danno abbiamo dovuto usare lo scotch perché non è stato mai riparato", si legge nella nota.

"Ieri - proseguono i sindacalisti - i colleghi si sono trovati a rischiare di non riuscire a frenare. Per questo abbiamo deciso che, se l'autoparco del Comune non ha soldi, li mettiamo noi: ha aderito tutto il reparto. I problemi dei mezzi a disposizione del gruppo di Ostia non si limitano ai furgoni. Abbiamo motociclette nuove ferme dal 2014 perché non è stato fatto il tagliando".
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

Torna su
RomaToday è in caricamento