Capodanno a Roma: vietati fuochi d'artificio e petardi, firmata ordinanza

Raggi: "Nostro dovere è tutelare l'incolumità dei cittadini e la loro sicurezza". Sono escluse dal divieto bengala, fontane, bacchette scintillanti, trottole e girandole luminose

Fuochi d'artificio vietati a Capodanno a Roma. Divieto anche di far esplodere petardi e 'botti', "dalle 00.01 del 31 dicembre 2018 alle 24.00 dell'1 gennaio 2019", su tutto il territorio di Roma Capitale, "a garanzia dell'incolumità pubblica, la sicurezza urbana e la protezione degli animali". E' quanto stabilito dell'ordinanza firmata dalla sindaca Virginia Raggi. Sono escluse dal divieto bengala, fontane, bacchette scintillanti, trottole e girandole luminose.

"Nostro dovere è tutelare l'incolumità dei cittadini e la loro sicurezza, in particolare durante i numerosi eventi organizzati in città in occasione dell'ultima notte dell’anno. I botti e le esplosioni, com'è noto, rischiano di provocare incidenti soprattutto nei luoghi affollati e in presenza di minorenni. Per non parlare degli effetti negativi sugli animali. Voglio quindi augurare a tutti coloro che decideranno di festeggiare a Roma l’arrivo del nuovo anno, di poter trascorrere una serata in serenità e all’insegna del divertimento", afferma la Sindaca di Roma.

L'ordinanza ricorda che l'accensione di fuochi pirotecnici aggrava e incrementa l'emissione di inquinanti nell'ambiente in contrasto con i provvedimenti adottati da Roma Capitale per la riduzione di polveri sottili PM10 e biossido di azoto. E le multe saranno salate, da 25 a 500 euro.  

Divieto per petardi e spray al peperoncino ai Castelli

Divieti anche ai Castelli. A Frascati è in vigore il divieto "temporaneo di utilizzo di petardi e artifici esplodenti in genere, compresi gli artifici pirotecnici, su tutto il territorio comunale". Tale divieto sarà in vigore dalle ore 14:00 del 31 dicembre 2018 alle ore 23:59 del 1 gennaio 2019. L'ordinanza è stata inoltre integrata con il divieto di vendita e di utilizzo di spray urticanti al peperoncino.

Anche qui i trasgressori saranno soggetti alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 25 a 500 euro, più "il sequestro e la successiva confisca del materiale pirotecnico utilizzato, o illecitamente detenuto".

Ad Albano il Sindaco Nicola Marini, analogamente a quanto fatto negli anni scorsi, anche per questo Capodanno, ha firmato un'ordinanza che "vieta l'esplosione di petardi e botti, pur se di libera vendita, in luoghi pubblici. L'atto a firma del primo cittadino vieta anche di introdurre spray urticanti del tipo OC, comunemente detti al peperoncino, all'interno degli spazi pubblici al chiuso, durante lo svolgimento di eventi per il Capodanno".


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento