Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Omicidio Imen Chatbouri: pedinata ed uccisa dal suo assassino, le immagini

Le riprese delle videocamere mostrano la vittima assieme a quello che gli inquirenti ritengono essere il suo carnefice

 

Pedinata a distanza da un uomo con indosso una giacca bianca ed un paio di jeans. Poi la corsa verso la donna a cui fa seguito la fuga sul marciapiede del lungotevere dei Vallati, sulla cui banchina del Tevere la mattina dopo la donna è stata trovata priva di vita. Sono le immagini video che incastrano l'assassino di Imen Chatbouri, per la cui morte si trova in carcere Stefan Iulian Catoi. 

Sono state proprie le videocamere di sorveglianza della zona compresa fra piazza Venezia e ponte Sisto a mettere gli investigatori sulla strada del 27enne romeno. Le immagini mostrano Imen ed un secondo giovane, che sembra essere Stefan Catoi, mentre passeggiano insieme per le vie del Centro Storico della città.

Le immagini proseguono dentro un negozio dove i due entrano insieme. Poi le strade si dividono agli occhi della donna, ma non a quelle del Grande Fratello. Proprio una terza inquadratura mostra infatti l'ex campionessa di atletica leggera allontanarsi a piedi e raggiungere il lungotevere dei Vallati. Dietro di lei il suo carnefice.

Proprio l'uomo con la giacca bianca, i jeans e le scarpe da ginnastica è poi ripreso mentre attraversa il lungotevere nella zona del Ghetto Ebraico raggiungendo il parapetto, sotto al quale è poi stata trovata cadavere la 37enne. Quindi la fuga, con un'altra videocamera che inquadra lo stesso giovane che fugge rapidamente sul marciapiede.

L'omicidio di Imen Chatbouri si consumò la notte fra l'1 ed il 2 maggio quando un passante indicò alla polizia, la mattina seguente, la presenza di un corpo privo di vita sulla banchina del Tevere, altezza ponte Sisto. Identificata la vittima nella 37enne originaria della tunisia, ex campionessa di giavellotto, sono poi stati gli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Roma e quelli del Commissariato Trevi, a ricostruire, grazie anche alla visione delle immagini video, l'omicidio della 37enne. 

Rintracciato il suo presunto assassino in via Anastasio II, nella zona di Valle Aurelia, lo stesso è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto. Al termine dell'interrogatorio nel carcere di Regina Coeli a Roma, il Gip ha convalidato stamattina il fermo e disposto una ordinanza di custodia cautelare in carce nei confronti di Stefan Iulian Catoi. 
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento